Il must have di ogni pin up è firmato Dior

 

 

La prossima estate segnerà un assoluto ritorno degli anni ’50 nella moda e nello stile: moltissimi, i designer che hanno concentrato il loro sguardo sugli “happy days” per riproporli alla grande in un tripudio di colori, femminilità e linee rétro. Tra gli aficionados del periodo la nuova ‘anima creativa’ di DiorBill Gaytten, che ha presentato una collezione primavera estate tutta incentrata sulla rielaborazione stilistica del New Look – storico caposaldo della Maison. Valorizzazione della silhouette tramite una costante evidenziazione del punto  vita, linee geometriche che risaltano gonne a ruota, giacche di sartoria dalle maniche a kimono, abiti a trapezio ed una profusione di borse con manico e pochette per meglio definire il richiamo al prezioso vintage della Maison, sono i caratteri distintivi degli oufit diurni, mentre la sera è caratterizzata da abiti rasoterra, fluidi, preferibilmente in chiffon plissettato o in pizzo e organza.  Gaytten ha privilegiato una palette cromatica di colori eleganti e delicati, includendo – tra gli altri – un trionfante rosa cipria. Tra gli accessori legati alla collezione, uno in particolare ha attirato la nostra attenzione: gli occhiali dalla forma ‘a farfalla’, tipicamente anni ’50, declinati in bicolore fucsia e arancio;  puro richiamo al design dell’ottica d’epoca,  dalle tonalità vivaci e perfettamente estive, potrebbe essere stato idealmente indossati da una delle scatenate Pink Ladies di Grease. Questo particolare tipo di occhiale esalta una maliziosa femminilità che lo rende un must have per ogni pin up che si rispetti: oggi, nel contesto modaiolo relativo alla bella stagione, acquista un valore aggiunto nel definire look coloratissimi e sbarazzini  giocando su un modello femminile che torna a proporsi, carico di ironia. Non risulta difficile immaginare l’occhiale Dior all’ interno della cornice perfetta, all’occasione speciale che dona un twist in più alla routine quotidiana: quale scenario migliore del Summer Jamboree 2012, infatti, potrebbe essergli  più appropriato? Tra frangette alla Bettie Page, abitini in stile Sandra Dee e vertiginose zeppe dal sapore post-guerra, si propone come accessorio cult delle pin up di ispirazione 40s e 50s che affollano ogni anno il festival ‘rock and roll’ di Senigallia. Una chicca preziosa e decisamente irrinunciabile, se già vi sentite immerse più che mai  nell’ american graffiti mood!

Buon martedì.

2 risposte a “Il must have di ogni pin up è firmato Dior”

  1. Sai che proprio ieri ho dato un occhio alla vetrina di un negozio della mia città che propone i capi di BeatriceB e ci sono molti tagli anni 50. Di gran fascino e classe sicuramente.

    Bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *