Naomi Sims

 

Pensavate che Naomi Campbell fosse la prima ‘Naomi’ di colore ad essere apparsa sulle copertine dei glossy internazionali? Sbagliato: prima di lei, in quel periodo magico e molto swinging della storia che va dagli ultimi anni ’60 ai primi ’70, era Naomi Sims la black model che si imponeva nel fashion world. Iscritta al Fashion Institute of Technologies di New York grazie ad una borsa di studio, i suoi inizi con le modelling agency non furono dei migliori: Naomi veniva spesso discriminata a causa della sua ‘pelle troppo scura’.  Fu grazie a una brillante idea che riuscì a sormontare l’ostacolo: proponendosi, cioè, direttamente ai fashion photographers ed in particolare a Gosta Peterson, che immortalò la sua bellezza esotica per la copertina di un fashion supplement del New York Times. Era il 1967 e, già appena un anno dopo, Naomi guadagnava almeno 1000 dollari ogni settimana in virtù dei suoi ingaggi. Decisivo fu, di seguito, uno spot pubblicitario girato per Bill Blass: da quel momento, le sue quotazioni salirono vertiginosamente e  registrò tutta una serie di record come prima modella di colore mai apparsa sulla copertina di prestigiosi periodici quali Ladies Home Journal e Life. Nel 1973, dopo un matrimonio che aveva fatto scalpore in un’epoca in cui le coppie interraziali erano viste con il fumo negli occhi, decise di abbandonare la carriera di modella e creò un impero di bellezza multimilionario, lanciando tra l’altro una linea di parrucche dalle chiome lunghe e lisce che fecero furore tra le donne afroamericane. A questa attività se ne affiancarono ben presto altre, come l’ impegno politico nel movimento Black is beautiful e la pubblicazione di alcuni libri sulla bellezza, sul successo e sullo stile. Naomi Sims è scomparsa nel 2009, a soli 61 anni: una breve vita che le ha permesso, tuttavia, di essere testimone di una nuova era densa di significativi traguardi per le modelle afroamericane che hanno seguito le sue orme.

Buon martedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *