Geometrie in technicolor e stile rétro per il beachwear Missoni

 

L’ estate, nonostante sporadici  temporali di forte intensità ma di scarsa durata, si è ormai inesorabilmente insediata: i weekend al mare si moltiplicano e l’esercito dei vacanzieri inizia, sempre più numeroso, a mettersi in moto. Urge, dunque, la scelta di un adeguato look da spiaggia!  Sono moltissime e varie le proposte di beachwear lanciate dai designer, ma tra le molteplici collezioni quella di Missoni spicca sicuramente per coordinate di stile che evidenziano un mix di originalità, modelli vagamente rétro e dettami relativi alle stampe e ai colori più tipici del brand. Non poteva naturalmente mancare la classica fantasia a zigzag, che invade la palette cromatica di nuance arcobaleno a cui si affiancano colori pastello come il rosa e il verde menta, ma anche gradazioni strong tra cui spiccano il fucsia e un verde declinato in diverse sfumature. Ispirandosi a un gusto di stampo anni ’60, il beachwear Missoni alterna bikini con reggiseno dalla coppa a triangolo e mutandina semialta a costumi interi dalla profonda scollatura ‘alla Marilyn‘, oppure a cuore, e li accosta a tunichette a portafoglio, top, canottierine ma anche a pantaloni, tute e maxidress da spiaggia in cui i motivi geometrici delle stampe, abbinati ai colori vividi e ricercatamente selezionati, donano un look stiloso e ad alto tasso di glamour. I modelli, essenziali ma accuratissimi nei dettagli, sono fortemente caratterizzati dall’ allure rétro e dagli effetti cromatici che pervadono tutta la collezione; accessoriati di sandali flat e di berretti con visiera che riprendono lo zigzagato del brand Missoni, presentano frequentemente preziosi motivi snake in lurex che si accordano alle coloratissime nuance in gradazione, evidenziando ulteriormente la raffinatezza di una collezione di alto profilo stilistico e qualitativo.

 

 

L’accessorio che ci piace

 

Sere d’estate: splendidi tramonti diventano i suggestivi scenari dell’ ora dell’aperitivo o del momento in cui ci accingiamo a cenare in locali con tavolinetti rigorosamente all’aperto, nei roof garden o in giardino. La scelta della mise diventa un rito fondamentale, ed ancor più quella delle scarpe: per quali optare? Puntare sul glamour è la scelta migliore. In questo caso, è Gucci a suggerirci come risolvere il nostro dilemma: si chiamano Victoire e sono dei sensualissimi sandali che lasciano scoperto il piede quasi totalmente, cingendo la caviglia con un vistoso cinturino allacciato a una fibbia squadrata e oversize. Solo un sottile listino a trattenere le dita, e un tacco da 110 mm. per slanciare la figura. Dalla forma geometrica e superessenziale, i sandali Victoire sono completamente in vernice e si declinano in quattro colori, molto accesi, che virano al fluo: giallo, verde smeraldo, un fucsia strong vicino al rosso, nero. Uno degli scatti della campagna pubblicitaria Primavera/Estate della Maison, a firma di Mert Alas & Marcus Piggott, ritrae il sandalo nella sua versione gialla abbinandolo agli splendidi outfit in tinta creati da Frida Giannini. Basta un primo sguardo per identificare i Victoire con tre termini fondamentali: femminilità, fascino, glamour. Quel tipo di stile che risulta dal connubio tra minimal e sensuale e sfocia alla perfezione nel contesto del lookluxury 70s‘ a cui Frida Giannini si è ispirata per questa collezione. La grande fibbia è il particolare su cui puntano i riflettori, l’elemento clou che dà carattere e sottolinea  l’ originalità del sandalo, scelto da VALIUM – senza esitazione – a rappresentare l’ accessorio must di questa settimana.

 

 

Bettie Page: i dettami beachwear style di una Pin up queen

 

Lei, di beachwear, era un’ intenditrice; il bikini era il suo cavallo di battaglia, suo fido alleato in migliaia di shooting. Senza dimenticare quel costume intero, supersexy e leopardato, con cui fu fotografata senza sosta da Bunny Yeager in Florida, nel parco naturale di Boca Raton: esplose grazie a quegli scatti il fenomeno Bettie Page, pin up per eccellenza del XX secolo. Da allora, i numerosissimi shooting di cui Bettie fu protagonista la videro spessissimo, accanto al lato fetish e dark, mostrare il suo lato solare, sensuale ma giocoso, esibendo mini-costumi da bagno di ogni sorta: la libertà del corpo, la nudità, erano la sua condizione ideale. Per questo i suoi bikini, paragonati ai reggiseni ‘corazzati’ tipici degli anni ’50 e ai castigatissimi slip a mutanda alta, non sono che minuscoli triangoli votati all’ ammiccante erotismo del ‘ti vedo non ti vedo’, coloratissimi e declinati nelle più disparate stampe e materiali, dal pois al crochet. In questo excursus fotografico, una panoramica dello stile ‘Bettie‘: un beachwear vintage nell sua quintessenza, ma in modo del tutto particolare. Perchè fondato sui dettami del più puro Bettie style.


In rosso profilato di nero e con fiore in tinta tra i capelli


Stampe in black & white ad esaltare la chioma corvina e fascia tra i capelli

Bikini azzurro bordato di pizzi bianchi per un romanticismo malizioso e ammiccante


In rosso, tra fiocchi e ruches spunta l’ immancabile guanto fetish in pelle nera


Una rosa tra i capelli e un minibikini in total turchese disseminato di pois neri


Supersexy nello sgambatissimo costume animalier delle foto scattate a Boca Raton

Fantasia rigata rosso-bianca, che richiama le unghie dipinte di rosso scarlatto

Sbarazzina sul bagnasciuga in un bikini in raso bianco bordato di merlettature nere


Reggiseno e mutandine ai minimi termini, coppe a punta arabescate di fili colorati: una Pin up con la maiuscola


Slip con minigonnellino a ‘corolla’ e stampe floreali


Un sensualissimo bikini maculato per esprimere il suo lato instintivo e più aggressivo


Bikini bianco cosparso di pois neri: un modello insolito, sexy e grintoso


Completamente turchese e rigorosamente ridottissimo, con le coppe a punta


Giocosa: reggiseno a fascia e slip rossi, questi ultimi cosparsi di grossi pois bianchi. Il fiocco ai capelli e la decorazione turchese che pende dal reggiseno la rendono quasi una Biancaneve in versione pin up.

 

Miu Miu e la Kaleidoscope Bag: i colori dell’ arcobaleno in una collezione esclusiva

 

Voglia di colore? A soddisfarla c’è Miu Miu, che con Kaleidoscope Special Edition Bag ha lanciato una linea di dieci borse in edizione limitata in accattivanti nuance arcobaleno. Ogni borsa, in pellame Madras al tempo stesso morbidissimo e ultraresistente, ha una struttura che pone le basi della propria eleganza nell’essenzialità e in una pulizia delle forme estrosamente riscattata da una palette cromatica a dir poco eclettica, che passa dai toni pastello a quelli più strong in una gradazione visivamente spettacolare. La mini collezione include tonalità come il turchese, il clorofilla, il larice, il ginestra, il rosa e il rosso fuoco ed è rintracciabile solo in determinati punti vendita, come la boutique di via S.Andrea a Milano, il corner delle Galeries Lafayette a Parigi e i due corner di Selfridges e Harrods a Londra: un dettaglio che ne ribadisce ulteriormente l’esclusività e le preziose caratteristiche.

Summer Details: Chanel e i copricapo in piume e tulle

 

In occasione del défilè Chanel Haute Couture Spring Summer 2013, le modelle hanno esibito degli originali copricapo laterali in piume e tulle: quasi un minivelo da sposa riaggiornato all”estro di Karl Lagerfeld e creato dalla Maison Lemariè. Declinati in bianco e in nero, i sofisticati copricapo fanno già tendenza e si accingono a diventare uno dei new trends più insoliti e nuovi dell’estate. Come abbinamento ad effetto, un make up stilisticamente elaborato è stato applicato a mò di loro estensione: il Direttore Creativo di Chanel Make Up Peter Philips ha pensato di enfatizzare gli occhi dotandoli  di simil-piume laterali ottenute grazie a un arabescato ed intenso smokey eye a base di ombretto, mascara e matita neri usati in abbondanza.

 

 

Sono state poi aggiunte, allo scopo di conferire una maggiore drammaticità allo sguardo, applicazioni in tulle che, insieme a minute foglie di mussola – entrambe firmate Lemariè – costituiscono un ulteriore motivo decorativo del look, vagamente tendente al gotico e al dark. Peter Philips ha dato forma a questo originalissimo make up servendosi dei prodotti Chanel al top: per uniformare e levigare la pelle del viso la scelta è caduta sul fondotinta Vitalumiere Aqua Fluid, a cui è stato abbinato il blush Joues Contraste nella nuance Frivole color pesca. Ad ‘ornare’ lo sguardo, il mascara Le Volume de Chanel Noir in connubio con lo Stylo Waterproof Yeux Noir Intense e lo Stylo Eyeshadow Black Stream.

 

 

Il contrasto tra la drammaticità del nero che contorna copiosamente l’occhio e la leggerezza dei materiali decorativi, come le piume e il tulle, rende il look d’ insieme particolarmente d’ impatto. Le unghie, richiamando la tonalità del blush, sono state tinte di un rosa pesca delicato con lo smalto Le Vernis Emprise. Il make up ideato da Philips rappresenta senza dubbio il match più idoneo ad impreziosire ulteriormente gli scenografici copricapo in piume e tulle, ricercati e glamourous must have di stagione.

Addicted a Eau Délice, profumo delizioso

 

Lanciato da uno spot in cui una biondissima Daphne Groeneveld si muove in scenari e locali di Saint-Tropez richiamando alla memoria la Bardot seducente ed esplosiva di Et Dieu crea la femme, Eau Délice è la nuova fragranza che Dior aggiunge alla storica serie degli ‘Addict’. Il flacone – dalla classica forma a parallelepipedo – è lineare ed essenziale, ma si ravviva di una nota di sensuale energia virando a un color corallo ricco di sfumature rosa che si dissolvono nelle trasparenze del vetro. L’ “anima” di Eau Délice? E’ fiorita e fruttata al tempo stesso, espressione di una femminilità intensa e frizzante: “Un incanto immeditato”, come la definisce François Demachy, suo creatore e noto ‘naso’ della Maison Dior. Eau Délice nasce dal concetto che il grande couturier Christian Dior applicava costantemente nella sua professione: suo obiettivo era quello di rendere la donna non solo più bella, ma più felice. Una prerogativa che questa fragranza fa rivivere attraverso la giocosità, il senso di libertà che evoca il suo aroma: un amalgama di note di testa costituite dal mirtillo rosso, note di cuore che evidenziano il gelsomino e l’ylang ylang delle Comoro Islands e un fondo ‘soffice’ di muschio bianco.  “Il nome Eau Dèlice – dichiara François Demachy – rimanda a una precisa immagine della fragranza. E’ un profumo ‘delizioso’, che viene amato appena testato.” Il termine ‘delizioso’ condensa e racchiude in sè tutta la luminosità e la joie de vivre espresse dal suo aroma ‘goloso’ , immediatamente coinvolgente grazie al jus sbarazzino, vivace ma profondamente femminile. Un profumo che, nato in estate, sembra incarnare a tutto tondo l’ essenza della bella stagione e dell’ allure seduttiva e esuberante della donna a cui si ispira.

 

 

Glitter People

 

 

” Quando posi come modella, stai creando un quadro, una natura morta, forse qualcosa di simile ad un film muto. Trasmetti emozioni ma stai solo utilizzando il tuo corpo. “

Helena Christensen

La mini D de Dior: estate in toni fluo

 

 

 

“Fluo is still alive”: è proprio sul fluo, infatti, che Laurence Nicolas – presidente della divisione orologeria e gioielleria Dior – ha deciso di puntare, creando nuovi modelli di orologi per la collezione La D de Dior lanciati in concomitanza con la bella stagione. La mini D de Dior, questo il loro nome, si presentano come un perfetto connubio tra la ricercatezza e la preziosità indissolubilmente legate alla Maison e il glamour innovativo che trova espressione nella scelta del colore al neon. Gli orologi, con movimento al quarzo, hanno lunetta, fibbia e corona impreziosite dai diamanti ed un quadrante dalla forma tonda in madreperla nera del Vietnam. Il cinturino è in pelle di capretto, declinato in tre diverse tonalità rigorosamente fluo: giallo, arancio e fucsia. Tre modelli che sembrano creati appositamente per essere sfoggiati nelle calde notti estive, quando il mix di colore e diamanti risalta maggiormente brillando di una magica, giocosa eleganza. Non sorprende, dunque, che la palette selezionata richiami – esasperandole in toni strong – alle medesime nuance di un tramonto d’estate. La mini D de Dior, coloratissimo e stiloso, si prepara a diventare uno dei must di stagione:  dopotutto, se il tempo è prezioso, i diamanti, l’originalità e l’accurata lavorazione di questo orologio lo sono ancora di più! E se, come spiega M.me Nicolas, “è proprio dagli atelier che arrivano le ispirazioni”, non ce ne dobbiamo meravigliare: Dior rimane un brand legato, a titolo perenne, ai più alti livelli  di creatività e di stile.

L’ accessorio che ci piace

 

Nel contesto di una collezione opulenta e riccamente femminile, la Primavera/Estate 2013 di Alexander McQueen presenta un leit motiv dalla spiccata originalità: la ricercatezza sartoriale degli abiti strutturati con perfezione quasi architettonica, i bustier che enfatizzano la silhouette, il pizzo e le crinoline accuratamente lavorati, le cinture di tartaruga che sottolineano la vita si amalgamano, infatti, a colori ed accessori che sono valsi alla donna di Sarah Burton l’ appellativo di Ape Regina. La palette cromatica riferita alla collezione è tutto un pullulare di giallo acceso, oro, miele e ambra che. affiancati dal nero e dal bronzo, richiamano alle classiche tonalità delle api. Gli appariscenti cappelli dall’ ampia falda, dal canto loro,  hanno una decisa somiglianza con i copricapo protettivi indossati dagli apicoltori. Casualità? Niente affatto: il bee motiv ricorre, ad esempio, nelle clutch ornate da minute api dorate, ma soprattutto nel choker, accessorio must di questa collezione. Su choker altissimi e superaderenti al collo, infatti, si posa un vero e proprio sciame di api cesellate in argento e pietre, potenziandone il look vistoso ma mai stonatamente ‘carico’. Interamente in argento o in tartaruga profuso di api argentate, il choker si declina in tonalità di base legate al colore delle pietre predominanti: il bianco, il rosso, l’ambra. In linea con le dimensioni importanti della gioielleria di stagione, ‘veste’ il collo a tutti gli effetti e può essere proposto nei più versatili abbinamenti. Il choker firmato McQueen ci piace perchè è originale, sfida l’ understatement estivo, dona un tocco di sensualità pura, atavica, profonda: non dimentichiamo che, in molte antiche culture, il collo femminile veniva considerato una delle parti più belle del corpo e valorizzato in molteplici modi. L’ estate 2013 decreta il choker uno dei must have del momento, ma attenzione: solo ed esclusivamente per ‘Api Regine’, donne che nella vita si muovono come tali.

 

Carey Mulligan in choker McQueen per Flaunt Magazine, May 2013

 

 

Love in Taormina: i colori di Sicilia nella nuova make up collection Dolce & Gabbana

 

E’  la splendida Monica Bellucci ad incarnare l’ esprit della nuova linea make up Dolce & Gabbana: Love in Taormina, dal nome evocativo che richiama i suggestivi, vibranti, luminosi  colori dei panorami e dei fiori dell’ antica città siciliana, verrà distribuita in profumeria in questi giorni. Ancora una volta,  dunque, è la magia dei paesaggi mediterranei ad ispirare Domenico Dolce e Stefano Gabbana che, in sinergia con la make up artist e Consulente Creativa Pat McGrath, hanno optato per le magiche tonalità dell’ estate isolana al momento di creare un beauty look per la bella stagione. Fulcro della collezione, gli smalti: cinque colori  dedicati ai fiori che hanno nomi come Iris, un viola intenso, Bouganville, un fucsia con un tocco di viola, Oleandro, un rosa tenue e perlato, Camelia, un corallo fluo, Ibisco, un rosso intenso con nuance corallo, più il duo aggiuntivo costituito da Fire, un vivace rosso-arancio, e True White, un bianco perlaceo. La serie è completata da tre prodotti adibiti all cura delle unghie che comprendono una base nutriente pre-smalto e due top coat,per ottenere un effetto finale lucido o mat. La collezione comprende inoltre un quartetto di ombretti, Amore,  nelle nuance del rosa e del viola, e tre blush : Sole, dai toni rosso-arancio, Mocha, un marrone che vira al rosa, e Apricot, tra l’arancio e il rame. Non potevano naturalmente mancare i lipstick, che aggiungono un tocco cromatico del tutto particolare ma perfettamente in linea con la palette generale: si chiamano Velvet (un rosa perlaceo), Cosmopolitan (una sfumatura tra il rosa e il corallo) e Violet, un viola intenso e brillante. I tre lipstick sono specificamente formulati per garantire una lunga tenuta e per donare volume alle labbra. Fotografo dell’ advertising campaign con Monica Bellucci è Giampaolo Sgura, che immortala con la consueta classe l’ incantevole collazione intrisa di summer glamour accanto a una Bellucci sempre più intensa, vestita di raso nero e pizzi.