Diesel Black Gold rilancia la French braid, esponente di spicco del ‘treccia trend’

 

Le passerelle delle collezioni Primavera/Estate ed Autunno/Inverno l’ hanno ormai decretato da tempo. Il must dell’ hairstyle coincide, oggi, con un solo nome: treccia. Treccia declinata in molteplici versioni: acconciata a formare un “raccolto” DOC o scesa sulle spalle, effetto spettinato o di una perfezione quasi grafica, girlysh o raffinata, ma sempre e comunque tradotta in versatile e supremo dettame di stile. Le Fashion Week di tutto il mondo hanno visto sfilare modelle dai capelli rigorosamente “intrecciati”, citazioni di particolari epoche storiche o di personaggi iconici – vedi Frida Kahlo – rielaborate con personalissimo gusto e in linea con il mood delle varie collezioni. Diesel Black Gold rientra a pieno merito nel “treccia-trend”: nella Grande Mela, infatti, la French braid creata per il brand dall’ hairstylist Guido Palau ha fatto molto parlare di sè. “Volevo che i capelli fossero acconciati in modo semplice e piuttosto femminile, per Diesel Black Gold” – ha dichiarato Palau – ” Amo una treccia semplice, è uno stile sia elegante che portabile per la maggior parte delle donne. Per me, il look “treccia” sarà sempre di moda.”  Con una collezione dalla palette cromatica che include toni come il bianco, il grigio, il verde menta, il nero e il baby pink, decisa e al tempo stesso delicata, anche il make up ha avuto gran parte nell’ accentuarne il mood fresco e disinvolto: prevalentemente basato sul nude, il trucco della sfilata Diesel Black Gold ha puntato sul ton sur ton con la pelle evidenziando guance, palpebre e labbra con nuance dal potente effetto sunkissed, aggiungendo un tocco di blush rosa chiaro sugli zigomi per donare luminosità. Guido Palau ha creato un hairstyle raffinato ma casual, intrecciando i capelli delle modelle in una classica treccia francese e lasciando le ciocche attorno al viso leggermente spettinate per accentuarne l’ allure romantica e un po’ bohemienne. L’ hairstylist, consulente creativo Redkin, ha dapprima applicato un latte lucidante ad effetto anti-crespo sulla chioma leggermente umida, e ha realizzato la treccia francese torcendo i capelli leggermente di lato per ottenere un simil messy look. Le ciocche sono state intrecciate in modo progressivamente più stretto man mano che la treccia scendeva sulle spalle e fissate, infine, con un elastico ed un nastro di pelle. Come tocco finale, Palau ha scompigliato ad arte i capelli che incorniciano il viso per rendere meno rigoroso l’ effetto d’ insieme. Un’ operazione riuscita in modo eccellente: la sua treccia risulta, a tutt’oggi, una delle più citate non solo rispetto alla New York Fashion Week, ma al braid trend tout court.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *