Rita Hayworth: il beachwear esplosivo de “L’Atomica”

 

Passata alla storia come “Gilda”, il personaggio che interpretò nell’ omonimo film di Charles Vidor del 1946, Rita Hayworth annovera una serie ricca e cospicua di scatti in beachwear. Il ruolo di pin up, infatti, la ancorò all’ immaginario collettivo con una  potenza di gran lunga maggiore rispetto a quello di femme fatale che Gilda le aveva cucito addosso: la leggendaria chioma folta, lunga e ondulata che gli studios tramutarono da corvina in rosso rame, insieme al sorriso perennemente stampato sul volto che univa la grazia alla seduttività, la resero una perfetta incarnazione della donna dei sogni di ogni uomo a cavallo tra gli anni ’40 e ’50.  Rita sfoggia un variegato swimwear che include sgargianti costumi monopezzo sia dalla scollatura a cuore che con le classiche spalline, bikini tipicamente rétro dalla mutandina alta e castigata e con reggiseno a fascia,  condendo il tutto con i caratteristici accessori di una provetta pin up: fiori tra i capelli, sandali con zeppa, enormi cappelli di paglia rappresentano per lei dei must da abbinare rigorosamente all’ immancabile rossetto rosso, del quale non fa a meno neanche in spiaggia.  Per le torride giornate di sole californiano il suo guardaroba non è mai privo di shorts, bluse leggere, top e minigonne svolazzanti o di vezzose camicette in colori pastello, all’ insegna di un’ eleganza profusa di glamour ma informale. Ma se dovessimo rilevare una tonalità che funge da leit motiv alla sua moda mare, sarebbe il bianco. Chic e luminoso, irradia il suo candore sulla carnagione imprescindibilmente mantenuta al riparo dei raggi solari senza risultare minimamente scialbo. L'”Atomica” – come fu soprannominata – anzi, quando indossa  swimwear bianco emana un glamour e una radiosità del tutto particolari: un “effetto speciale” scaturito dal fascino innato e dal temperamento vibrante di colei che, da pin up, seppe tramutarsi in indimenticabile icona e supremo simbolo di seduzione in un mix esplosivo di sorriso e sensualità abbagliante.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *