L’ accessorio che ci piace

 

Velette come straordinari capolavori di sartorialità, preziose e iconiche: Chanel le ha portate in passerella con la sua collezione Haute Couture Primavera/Estate 2018 aggiungendo un tocco ultrachic al défilé. Le velette, in impalpabile tulle nero, ricoprivano testa e volto delle modelle ed un bouquet di fiori le fissava alla sommità del loro capo. Diverse e  ricercatissime le lavorazioni, che alternano sofisticate trame a rete a cristalli disseminati sul tulle come tante piccole perle. I fiori, denominatore comune, si declinano in varietà e colori molteplici con un netto predominio del rosa, la nuance feticcio di Coco Chanel. Il risultato? Femminilità pura, condita di alte dosi di eleganza e di una allure romanticamente onirica. Non poteva che essere altrimenti, d’altronde, dato che a creare le velette sono stati nomi autorevoli del savoir-faire parigino come l’ atelier Lemarié e la Maison Michel: la loro partnership con il brand fondato da Mademoiselle Coco è di lunga data e all’ insegna della più squisita maestria artigianale. La fondazione della Maison Lemarié risale nientemeno che alla Belle Epoque, e la lavorazione delle piume divenne la sua specialità. Negli anni ’50 Lemarié iniziò a collaborare con couturier del calibro di  Balenciaga, Christian Dior e Coco Chanel ottenendo un successo strepitoso. Da allora, incanalò il suo know-how nell’ ideazione di splendide creazioni floreali in mussolina, velluto e tulle. Tra i suoi capolavori risalta, non a caso, l’ iconica camelia che si tramutò in uno degli emblemi di Chanel: a commissionarla all’ atelier fu Mademoiselle Coco in persona. La Maison Michel, sorta nel 1936 ad opera di Auguste Michel, quarant’anni dopo era già un top name della modisteria e degli accessori. Con Chanel ha instaurato una partnership datata 1997, evidenziandosi nella creazione di cappelli che combinano eccentricità ed eleganza in parti uguali.

 

 

 

Photo: Chanel

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *