Tendenze PE 2020 – Un nuovo Rinascimento

VALENTINO

Nel 1346, con la diffusione della peste nera, in Europa iniziò un’ era terrificante. Fino al 1353, quando i focolai dell’ epidemia si spensero, predominarono la morte e la paura: le vittime furono circa 25 milioni, la superstizione e la caccia agli untori originarono un imbarbarimento sociale senza pari. Firenze venne devastata dalla pandemia, che penetrò in città nel 1348, e fu proprio la fuga dalla peste dei fiorentini ad ispirare il “Decameron” del Boccaccio. La danza macabra divenne, all’ epoca, uno dei motivi artistici più ricorrenti. Terrorizzato e sconvolto dal contagio inarrestabile, l’uomo interpretò la “Morte Nera” come una punizione divina. Eppure, al termine di quell’ angosciante esperienza, si assistette a un’ incredibile fase di rifioritura. Il Rinascimento prese vita da Firenze e poi si estese in tutta Italia e in tutta Europa: la voglia di “rinascere”, di ricominciare, era potente. Il nuovo fermento affondava le radici nell’ Umanesimo e coinvolgeva ogni ambito del sapere. L’arte, la letteratura, la filosofia e la scienza raggiunsero l’apice dello splendore, poggiando su concezioni inedite che le distanziarono per sempre dall’ Oscurantismo medievale. Non sappiamo ancora, oggi, se la pandemia di Coronavirus condurrà a un simile rinnovamento. Però ce lo auguriamo, e intanto evidenziamo come il Rinascimento influenzi tuttora le tendenze moda: in questa gallery ne trovate molteplici esempi, tutti tratti dalle collezioni Primavera/Estate 2020.

 

EMILIA WICKSTEAD

GIVENCHY

GUCCI

MOSCHINO

GIAMBATTISTA VALLI

ALBERTA FERRETTI

ALEXANDER MCQUEEN

GENNY

MARC JACOBS

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *