Close-up sul viso: Fenty Beauty by Rihanna lancia il trio “Pro Filt’r”

 

Il make up perfetto? Parte innanzitutto dalla base, ovvero dalla triade fondotinta-correttore-cipria. Fenty Beauty by Rihanna lo sa bene, e lancia tre prodotti dedicati alla pelle del viso. Pro Filt’r è il nome che li accomuna: in tempi di selfie, una scelta più che mai ad hoc. Il trio proposto da Rihanna, infatti, garantisce un primo piano del tutto impeccabile. Scopriamolo insieme a partire dalla cipria, impalpabile e iper luminosa. Pro Filt’r Instant Retouch Setting Powder è una polvere finissima, satinata, declinata in otto nuance adatte ad ogni tipo di incarnato. La sua formula opacizzante, a lunga durata, azzera la lucentezza in modo naturale, fondendosi letteralmente con la pelle. La grana si uniforma, le imperfezioni spariscono sotto il suo strato invisibile: come un filtro fotografico, la nuova cipria di Fenty Beauty dona uno splendore diafano e irresistibile al volto. La trovate nelle shade Lavender (chiarissima, un bianco ghiaccio), Butter (chiara, un bianco sporco), Banana (chiarore medio, l’ ideale per accentuare la luminosità), Cashew (color abbronzato che vira al nude), Honey (color abbronzato che vira al miele), Hazelnut (color abbronzato che vira al nocciola), Nutmeg (per pelle scura) e Coffee (per pelle scurissima).

 

 

Ideale per i postumi di una notte folle, per cammuffare le occhiaie così come i rossori e le imperfezioni, Pro Filt’r Instant Retouch Concealer è un correttore dalla texture cremosa e matte che assicura un camouflage completo. La sua leggerezza permette un’ ottimale fusione con l’ epidermide esaltando una coprenza vellutata, a lunga tenuta e priva di “grinze”. Lo sguardo acquista il massimo risalto, valorizzato da una delle 50 sfumature del concealer: Rihanna consiglia di sceglierle complementari – anzichè identiche – a quelle del fondotinta per creare giochi di chiaroscuri mozzafiato.

 

 

Le shade non hanno nomi, bensì numeri, e spaziano dal rosa chiarissimo al cioccolato scuro. Per consultare la loro palette cromatica, cliccate qui.

 

 

Cinquanta sono anche le gradazioni che vanta Pro Filt’r Soft Matte Longwear Foundation, il fondotinta bestseller e oil-free premiato con il “Best of Beauty Breakthrough Award 2018″ dalla rivista USA Allure. Il suo punto di forza? Assicura una pelle levigata, priva di zone lucide, rivestita di un impercettibile strato di colore. Coprente senza ostruire i pori, a prova di sudore e umidità, Pro Filt’r Soft Matte Longwear Foundation rimane inalterato per ore. Le sue numerosissime nuance (trovate qui una panoramica) sono state formulate per qualsiasi incarnato, mentre la speciale confezione con dosatore lo rende pratico e ideale per ritocchi “on the go”. Se poi aggiungete che è al 100% cruelty free, come tutti i cosmetici Fenty Beauty, converrete che è proprio un fondotinta da 10 e lode.

 

 

 

 

 

 

 

15 buoni propositi fashion per l’ anno nuovo

PRADA – Il vertiginoso scollo con banda che fa da “trait d’union” alle spalline

Gennaio, tempo di buoni propositi. E il nuovo anno, sul versante fashion, di buoni propositi ne ispira parecchi! Come ogni anno, VALIUM stila la sua lista di tendenze e di dettagli iconici tratti dalle collezioni Primavera/Estate: quindici scatti per quindici stili da annotare, quindici look – compresi i bijoux e gli accessori – che ci sono piaciuti e che includiamo nella wishlist della prossima stagione. Siete pronte ad esplorare con noi questa esplosiva gallery?

 

MARC JACOBS – I volants stile Studio 54 portati con calze in lurex

MAX MARA – La cascata di ruches in (e sul) total black

ROKSANDA – L’orecchino pendente simile a un decoro di carta stagnola dorata

VALENTINO – I flares arabescati abbinati a un cappello di paglia extra size

MAISON MARGIELA – Le ballerine metal con lacci alle caviglie e suole carrarmato

RYAN LO – Il tulle fiabesco in pastel colors

SIMONE ROCHA – La parure con coroncina in perle e cristalli

MSGM – Il denim in chiave casual-sexy abbinato alle piume

DELPOZO – Il copricapo come un prezioso fiore

MM6 – Il fucsia “ultra plissettato”

GUCCI – La borsa che celebra il compleanno “neverending” di Topolino

MICHAEL HALPERN – Il minidress scintillante con cappuccio da disco diva

DOLCE & GABBANA – I gioielli come addobbi per l’ albero di Natale con 40° all’ ombra

EMPORIO ARMANI – Lo spoverino plasticato e sporty ma in un femminilissimo rosa confetto

 

 

 

Pure XS for Her di Paco Rabanne, l’ essenza tentatrice della seduttività

 

Sul fatto che sia bellissima, non c’è dubbio. Ma è anche effervescente, ironica, iper fascinosa: eleggendo Emily Ratajkowsky come brand ambassador, Paco Rabanne non poteva fare scelta migliore. Inutile dire che Pure XS For Her (dove XS sta per “excess”, “eccesso”), a cui Emily presta il volto, sia la fragranza del momento. Tutti ne parlano, tutti stravedono per la Story interattiva pubblicata nel sito di Paco Rabanne e per lo spot diretto da Emir Kusturica, dove la top interpreta un’ ereditiera che riesce a seminare spiritosamente, l’uno dopo l’altro, gli spasimanti intervenuti al party organizzato nella sua sontuosa dimora. La versione femminile del profumo Pure XS sprigiona lusso fin dall’ involucro:  tondeggiante, sfaccettato, tinto di un elegante rosa antico, il flacone è impreziosito da un serpente dorato che si insinua voluttusamente sotto il tappo. Non stupisce che rievochi l’ immagine biblica della mela di Eva. Custodisce, infatti, un’ essenza “tentatrice” che esordisce con un irresistibile accordo di vaniglia e ylang-ylang  per poi intrigare grazie a note di pop corn, semi di ambretta e ad un intenso mix di fiore d’arancio, sandalo, amber wood, muschio bianco, cocco e pesca. Il risultato? Un’ alchimia provocantemente sensuale, ammaliante, audace: seduttività allo stato puro e senza limiti. Proprio come recita il suo nome…

Pure XS For Her di Paco Rabanne è disponibile in versione eau de parfum nei formati da 30, 50 e 80 ml.

 

 

Emily Ratajkowsky nella advertising campaign di Pure XS For Her

 

 

 

 

Moschino Pre-Fall 2019: un omaggio a Federico Fellini

 

La location è lo Studio 10 di Cinecittà. Al suo interno, una scenografia che replica fedelmente quella della festa più memorabile de “La Dolce Vita”: i fotogrammi in cui, tanto per capirci, Celentano intona “Ready Teddy” e Anita Ekberg/Sylvia si scatena al ritmo del rock’n roll. La ricostruzione delle millenarie Terme di Caracalla fa ora da sfondo a una sfilata d’eccezione. E’ la sfilata della collezione Pre-Fall 2019 di Moschino, in scena per la prima volta a Roma, che rende omaggio a Federico Fellini ed alle sue leggendarie pellicole. L’ immaginario onirico, surreale, poetico del grande regista rivive in un fashion show spettacolare, dove la contemporaneità più sciccosa e sporty si fonde esplosivamente con l’ iconografia (e con l’iconoclastia) felliniana: armature da centurione rivisitate e scritte latine ornamentali rievocano l’ antica Roma di “Satyricon”, l’ abito con cui la Ekberg fa il bagno nella Fontana di Trevi si tinge di rosso ciliegia, le dame di “Casanova” ispirano sontuose creazioni settecentesche con tanto di corpetto e crinoline. Opulenza e cura per il dettaglio fanno da leimotiv ad ogni look. La magia di “Otto e mezzo” riaffiora negli scenografici boa di struzzo simili a quello indossato da Claudia Cardinale, un tripudio di lustrini celebra il glamour de “La Dolce Vita”. Non mancano parka, bomber iper decorati, cappotti stretti in vita da ampie fasce in raso rosso, viola e oro che rimandano alla sontuosità del défilé clericale immortalato in “Roma”. A quello stesso film fanno pensare i preziosi scheletri ricamati sugli outfit, ma anche i pantaloni multicolor da centauro che sembrano citarne il gran finale. E poi, ancora, un impalpabile abito nero adornato da due battenti a testa di leone posati sul seno. Mi piace immaginarli associati al portone che Anna Magnani si chiude alle spalle in una delle ultime scene della pellicola: lo splendore di un palazzo patrizio e la travolgente veracità di “Nannarella”. Ovvero, due emblemi supremi di Roma che neppure Fellini avrebbe potuto ignorare.

 

 

Non si possono tralasciare le acconciature mozzafiato che l’hairstylist Jimmy Paul ha ideato per l’occasione: troneggianti parrucche rococò, chiome ramate alla “Gradisca” si alternano a updo anni ’60 in stile “Otto e mezzo” e vengono impreziositi da corone, elmi romani, maxifiocchi, copricapo in piume da autentica diva. Il risultato? Un’ ode alla visionarietà felliniana che esalta ed avvalora il tributo di Jeremy Scott all’ immaginifico regista di Rimini. (Guarda qui la sfilata completa)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leopard Frost Collection: l’ anno ruggente di Marc Jacobs Beauty

 

E’ un inizio anno che fa roarrrr, quello di Marc Jacobs. Il designer newyorchese lancia una make up collection mozzafiato e tutta all’ insegna dell’ animalier, sia che nel pack che nel mood graffiante (mai aggettivo potrebbe essere più appropriato). Si chiama Leopard Frost ed è una limited edition dagli astucci maculati che, al loro interno, scintillano di cromie glaciali tipiche dell’ Inverno: bronzo, oro, cipria, melanzana, violetto, petrolio sono solo alcune delle nuance proposte. La contraddistinguono pochi prodotti essenziali, una palette occhi e cinque lipstick con cui sbizzarrirsi a creare sempre nuovi e sorprendenti look.

 

 

Lo sguardo si tinge di tonalità audaci con Eye-Conic Multi-Finish Eyeshadow Palette, che combina strepitosamente il finish metal con una texture matte-cremosa. Per accentuare il fascino di queste sette gradazioni metalliche, Marc Jacobs le ha battezzate con nomi che, letti l’uno dopo l’ altro, compongono una poesia vera e propria (potete leggerla seguendo il neretto): “Hey girl hey” (un nude shimmer che vira al rosa), “You Slay” (un lucente bordeaux), “On the Runway”(un marrone vibrante), “Serving Up” (un nude shimmer che vira al pesca), “Eleganza” (un grigio metal), “Extravaganza” (un marrone matte), “For Your Life” (un marrone matte e avvolgente). La passerella, con i suoi tessuti fruscianti e luxury, si tramuta in uno spunto di ispirazione suprema.

 

 

“Metallico” e “glaciale” sono anche le parole d’ ordine del make up labbra di Leopard Frost. La formula altamente cremosa rende Le Marc Frost Lip Crème un vero e proprio rossetto luxury: a lunga tenuta, idratante, ultrapigmentato, è ricco di agenti antiossidanti e di umettanti naturali. Un delicato gusto di vaniglia  valorizza le cinque nuance in cui si declina, iper luminose e intrise di riflessi. I loro nomi sono Cher-Ished 506 (bronzo metal), Detox 508 (taupe), Diva 502 (rosa ghiaccio chiarissimo), Just Peachy 504 (pesca ramato), Sugar Sugar 500 (rosa ghiaccio che vira al nude) e il finish metal è il loro principale punto di forza.

 

 

 

 

Andy, Morgan & The White Dukes: tributo veneziano a David Bowie insieme al Principe Maurice

 

Chi segue la rubrica “Sulle tracce del Principe Maurice” avrà già preso nota di questo straordinario evento anticipato dal Principe in occasione dei suoi Auguri di Buone Feste ai lettori. Oggi, il countdown è agli sgoccioli e VALIUM ritiene imprescindibile dedicare un approfondimento extra alla serata Andy, Morgan & The White Dukes eseguono David Bowie” in programma il 9 Gennaio presso il Teatro Goldoni di Venezia. Si tratta di un tributo d’eccezione a David Bowie che vedrà protagonisti Andy e Morgan, entrambi ex Bluvertigo, insieme alla band dei White Dukes e con la presenza speciale del Principe Maurice nelle vesti di narratore: uno show imperdibile, un autentico must per iniziare il nuovo anno all’ insegna della suggestività pura. A partire dalla location – il più antico teatro tuttora attivo dell’ incantevole Venezia – proseguendo con i prestigiosi nomi degli artisti coinvolti, infatti, il tributo a Bowie si configura come un evento spettacolare ed impregnato di magia. Per conferirgli  la solennità che merita riporto quindi il comunicato stampa ufficiale, dove le info relative allo show si intrecciano ad un’ affascinante descrizione del concept da cui prende vita.

 

Il Teatro Goldoni, inaugurato a Venezia nel 1622

Eseguire la musica di David Bowie a Venezia ha un senso, è quasi dovuto. Li accomunano la bellezza immortale, la “creatività libera ed estrema”, la teatralità intrinseca e quell’essenza tra Eros e Thanatos che li mitizza. Lo sanno bene Andy e Morgan, sin dai tempi dei Bluvertigo, che con i White Dukes mercoledì 9 gennaio interpreteranno al Teatro Carlo Goldoni il repertorio tratto dal periodo più fecondo e poliedrico: 1971 – 1997. Bowie amava questa città così surreale e unica, potente eppure fragile, decadente e sperimentale; la capiva, la godeva, la assorbiva. L’esibizione di Andy, Morgan e i White Dukes vuole essere un suo ritorno, una condivisione da parte di due artisti che si riconoscono con lui in una forma d’arte contaminata che si può definire “teatro del rock”. A sottolineare questa visione particolare, Il Principe Maurice, visionario e qualificato narratore, accompagnerà il viaggio musicale attraverso le tante anime di uno degli artisti più iconici, controversi e affascinanti degli ultimi 50 anni: David (Jones) Bowie.

“Andy, Morgan & The White Dukes eseguono David Bowie” –  9 Gennaio ore 21 al Teatro Goldoni (San Marco, 4650/B) di Venezia

Per ulteriori informazioni, potete far riferimento al sito web del Teatro Stabile del Veneto: www.teatrostabileveneto.it

 

 

 

Immagini del Teatro Goldoni, dall’ alto:

Foto di giomodica [CC BY 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)] via Wikimedia Commons

Foto di Andrzej Otrębski [CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], da Wikimedia Commons

 

10 idee regalo per un’ Epifania da fiaba

 

La neve sta donando un tocco di sognante magia a queste vacanze di Natale ormai giunte agli sgoccioli: ancora un weekend, e al caleidoscopio scintillante delle luminarie si sostituiranno i toni neutri di un’ ordinaria quotidianità. Ma lungi da me l’ intenzione di fare – è il caso di dirlo – da guastafeste. Vi invito, anzi, ad assaporare ogni istante dell’ atmosfera incantata che porta con sè l’ Epifania, tappa culminante di un percorso intriso di suggestività. Tra pathos religioso e folklore (la leggendaria Befana), le usanze parlano chiaro: c’è ancora spazio per i regali, magari sotto forma di “pensieri” sulla scia di quelli già acquistati a Natale. Siete a corto di idee? VALIUM vi viene incontro presentandovi una carrellata di  capi ed accessori da infilare nella tradizionale calza appesa al camino. Qui di seguito trovate dieci spunti, dieci must-have strepitosi che vi catapulteranno in un fiabesco Paese delle Meraviglie invernale.

 

GUCCI – Mantella in broccato floreale e dettagli in lurex: dalla collezione Cruise 2019

PAT MCGRATH – Blitztrance Divine Duo lipstick, colore Aquamarine, nelle nuance MatteTrance Guinevere e Fuchsia Perfect

DOLCE & GABBANA – Orecchini barocchi con perle e pietre incastonate in cristallo Swarovski

ALBERTA FERRETTI – L’ iconico cappello nero a tesa larga della collezione AI 2018/19

DSQUARED2 – Disco Lolita Silk and Woven Sleeves in paillettes e tulle

PUCCI – Clutch a tracolla in velluto con stampa Gaiola, una delle tipiche fantasie della Maison

GIORGIO ARMANI – Guanti in pelle bicolor con spacchetti laterali

MARNI – Décollété con tacco obliquo effetto specchio

NARS – Ignited Eyeshadow Palette in 12 nuance matte/shimmer multidimensionali

MOSCHINO – Zaino rosa baby con patch Teddy Circus

 

 

 

Living Coral, il Pantone Color of the Year 2019

MARC JACOBS

E’ il colore associato, per eccellenza, alla fauna subacquea da cui prende il nome: vibrante, avvolgente, energetico, il corallo sprigiona giocosità e favorisce il buonumore. Non è un caso che Pantone l’ abbia eletto Color of the Year 2019. Pantone 16 – 1546 Living Coral spadroneggerà nella moda, nel design non tralasciando l’ home decor, la grafica e innumerevoli altri settori, social media inclusi. E’ proprio la sua massiccia presenza nel web, infatti, a tramutarlo nel trait d’ union ideale tra virtualità e realtà tangibile: la tonalità calda che lo contraddistingue è un invito ad instaurare relazioni autentiche, conviviali, che coinvolgano la sfera personale e ripristinino un’ intimità ormai fagocitata dall’ era tecnologica. Se il turchese viene considerato il colore complementare del corallo, Living Coral si contrappone al display azzurrognolo inneggiando alla socievolezza, all’ ottimismo, all’ esuberanza. E’ un rituffarsi nelle emozioni “vere”,  l’ antidoto ad un mondo che va sempre più veloce ed in continuo divenire. Living Coral ci “abbraccia” e ci conforta, ci travolge con la sua spensieratezza. Diffusissimo in natura, conquista grazie a un’ alchimia effervescente e rassicurante al tempo stesso. Basti pensare, d’altronde, alla sua espressione biologica suprema: quella barriera corallina dai cromatismi talmente esplosivi da incantare lo sguardo. (Nella gallery, alcuni look tratti dalle collezioni Primavera/Estate 2019)

 

ELLESSY

 

CHRISTIAN SIRIANO

ROKSANDA

TEMPERLEY LONDON

 

 

Silver & Gold

MM6 MAISON MARGIELA

Argento e oro. O meglio, argento o oro? Il primo è atavicamente associato alla luna, alla femminilità, alla saggezza. Il secondo è un immutabile emblema di gloria e di regalità. Insieme, costituiscono un binomio perfettamente in linea con il mood festivo: sfolgoranti e chic, fanno risplendere di brillantezza pura e donano un twist del tutto unico al look. Quale dei due scegliete, per accendere la notte di Capodanno di preziosi bagliori?

 

ERDEM

GUCCI

SONIA RYKIEL

MICHAEL HALPERN

MOSCHINO

CASADEI

EMILIA WICKSTEAD

RADA’

TEMPERLEY LONDON

JIMMY CHOO

TOM FORD

BALMAIN

MOLLY GODDARD

MIU MIU

PACO RABANNE

DOLCE & GABBANA

CASADEI

DIOR

JIMMY CHOO

TEMPERLEY LONDON

ANNA SUI – Fantasia Eau de Toilette

ELIE SAAB

SALLY LAPOINTE

KAIMIN

POIRET