Classique Collector Noël 2017: la strenna natalizia di Jean Paul Gaultier

 

Quali regali custodisce tra i rami l’ albero di Natale che Jean Paul Gaultier ha battezzato JPGCrazyTree? Ovviamente, dei doni mai scontati e appositamente dedicati alla stagione natalizia. Troviamo così la fragranza cult dell’ “enfant terrible”, Classique, in una speciale edizione Collector Noel 2017 che esalta il suo coté iconico: il tipico busto che modella il flacone si veste di un corsetto lucido e si tinge di full red, assumendo un’aria audace. Non c’è che dire…Il rosso le dona! Tantopiù se abbinato a un pack che si ispira alle caratteristiche palle di vetro-souvenir in cui galleggia una miriade di fiocchi di neve.

 

E’ un connubio travolgente, che coniuga alla seduttività del capo clou della Maison elementi prettamente natalizi come la neve e il colore rosso. Il profumo si avvale di accordi altrettanto ammalianti: esordisce con una scia agrumata di fiori d’arancio, mandarino, limone e bergamotto per poi farsi provocante grazie a un cuore in cui predominano la tuberosa, l’ylang ylang e lo zenzero. Il fondo avvolge in un caldo mix ambrato, dove la dolcezza della cannella e della vaniglia viene stemperata da un frizzante accento di legno di cedro.  Questa esplosiva strenna di Jean Paul Gaultier è disponibile in limited edition e nell’ unico formato da 100 ml.

 

 

Versace presenta Dylan Blue Pour Femme

(Photo by Bruce Weber)

A un anno dal lancio del profumo maschile Dylan Blue, Versace presenta la sua versione pour femme. Un “personale omaggio alla femminilità”, così la definisce Donatella Versace, che aggiunge: “Ho creato una fragranza forte, sensuale e raffinata per una donna consapevole del proprio potere”. Tradotto in alcune parole chiave, “unicità”, “forza”, “sensualità ed eleganza” sintetizzano la quintessenza di un jus che al retrogusto legnoso combina ammalianti accordi floreal-fruttati. Ad esordire sono le note dell’ aroma di mela mixate con un rinfrescante sorbetto di ribes nero, seguite da un bouquet floreale che evoca la scia olfattiva di un infuso icy a base di fiori selvatici. Il fondo legnoso dà vita a un magico elisir movimentato da un connubio di patchouli e muschio: il risultato è un sentore vibrante, magnetico, al tempo stesso voluttuoso e chic. Dylan Blue cattura con un’ alchimia sprigionata da note irresistibili, che avvolgono i sensi e risvegliano potenti suggestioni.

 

 

E’ una fragranza di forte impatto, sofisticata e femminile, racchiusa in un flacone che, in linea con i miti e con i temi tanto cari a Versace, ricorda un’ anfora dell’ antica Grecia. Tinta di blu e oro come il suo packaging, la boccetta sembra immersa nelle profondità del Mediterraneo e l’iconico sigillo della Medusa la rende – se possibile – ancora più preziosa.

La advertising campaign che accompagna Dylan Blue vanta lo stesso appeal della fragranza: firmata Bruce Weber e rigorosamente in black and white, è declinata in un video e in una serie di scatti che hanno la fascinosa top Faretta come protagonista.

Dylan Blue è disponibile in versione Eau de Parfum da 30, 50 e 100 ml.

 

Elie Saab dedica la sua nuova fragranza alla “Girl of Now”

 

“Girl of Now”, ovvero quando il nome di un profumo descrive alla perfezione chi lo indossa: la nuova fragranza di Elie Saab avvolge in un turbine radioso di spensieratezza, travolge con il suo charme, coniuga contemporaneità e preziosismi couture. La “ragazza di oggi” del designer libanese adora la nightlife scatenata e non stupisce che ogni sua uscita sia seguita da un codazzo di flash. E’ seduttiva con naturalezza, frizzante, audace, calamita tutti gli sguardi grazie a un magnetismo innato. Un fiore azzurro dai petali smaltati ricorre, come un iconico emblema, nelle sequenze dello spot  – diretto da Irina Dakeva – che la vede protagonista: nel corso di una notte in stile “La dolce vita”, tra bagni nella fontana e sfrenati balli in discoteca, lo ritroviamo sul flacone della fragranza a mò di adorno, simile ad uno degli splendidi ricami profusi nelle creazioni di Elie Saab. L’ ispirazione riconduce a una pochette da sera, dove riappare insieme a un nugolo di fiori-gioiello che evoca l’ altrettanto prezioso sillage di “Girl of Now“. Superbamente chic ma disinvolto, il suo mood si riflette, al tempo stesso, anche nel design del flacone dalla base arrotondata e pratica, comodamente contenuta nel palmo della mano.

La advertising campaign di “Girl of Now”

Ma veniamo alla composizione del profumo. Ideato da Sophie Labbé e Dominique Ropion, è all’ insegna di un bouquet oriental-floreale che negli accordi di fiore d’arancio e di patchouli traccia un link con la più squisita eredità olfattiva di Elie Saab. Note di testa a base di mandarino e pera combinate al pistacchio tostato inaugurano un aroma gourmand, amplificato da un cuore di fiore d’ormond creato in esclusiva per “Girl of Now”: l’essenza di mandorla amara e l’ assoluta di fiore d’arancio si uniscono in un co-distillato che esalta un mood luminoso, valorizzato dall’ unicità che contraddistingue ogni abito di Haute Couture. A sigillare il jus, un fondo di latte di mandorla vellutato, fava tonka e cashmeran che, abbinati al patchouli,  ne intensificano i sentori. Il risultato è una fragranza in cui fascino, freschezza e sensualità si intrecciano in un irresistibile mix.

Jean-Paul Gaultier e il suo nuovo Scandal

 

What a scandal…Che scandalo! E’ come se la nuovissima fragranza di Jean-Paul Gaultier suscitasse esclamazioni di stupore e di sbigottimento: non è un caso che sia stata battezzata proprio Scandal. L’ irriverente enfant terrible della Couture colpisce ancora e lancia un profumo in cui gli imprinting olfattivi del giorno e della notte vengono fusi in un jus unico.  Creato dal naso Daphne Bugey, Scandal mixa deliziosamente leggerezza e profondità: alle fresche note di gardenia e arancia rossa si associa un cuore di miele gourmand, intensificato ad hoc da un avvolgente fondo di patchouli.

Il flacone in vetro dell’ essenza è iper evocativo. Pensato da Bloom Room Studio,  ha un design arrotondato  e la fragranza che racchiude lo tinge di un malizioso, seduttivo rosa. Sul tappo, una vera e propria scultura argentea, spuntano due gambe femminili capovolte che sembrano agitarsi nell’ aria. Ad accentuare l’ allure sensuale, un sottile strato di velluto in total pink riveste completamente il packaging. La advertising campaign del profumo non poteva che rimanere in linea con la sua iconografia emblematica: a prestare il volto a Scandal è la modella Vanessa Axente, che viene ritratta mentre prorompe da un tabloid. Sfrontata, travolgente ma con classe, Axente è  la perfetta incarnazione del mood di una fragranza che si preannuncia già, a dir poco, irresistibile.

In Italia Scandal sarà disponibile in versione Eau de Parfum nei formati da 30, 50 e 80 ml a partire da Settembre.

Viva La Juicy Glacé: l’ inno alla “frozen beauty” di Juicy Couture

 

Nove anni dopo il lancio di Viva La Juicy, il suo profumo portabandiera, Juicy Couture ne presenta una versione che sembra fatta apposta per “addolcire” la calura estiva. Viene proposta in limited edition ed evoca un tripudio di bon bon rosa immersi nel ghiaccio, il riflesso di una bellezza cristallizzata nella sua purezza. Viva La Juicy Glacé, questo il suo nome, potrebbe essere considerata la terza fragranza della trilogia composta da Viva La Juicy Rose (2015) e Viva La Juicy Sucre (2016): la scia olfattiva che la contraddistingue è al tempo stesso fresca e persistente, un mix di aromi fruttati e floreali che lascia il segno. In apertura, le note di mandarino congelato, di foglie di cassis e di sorbetto di pera si amalgano armoniosamente prima di sfociare in un cuore di fiori di arancio e di gelsomino. Gli accordi di fondo a base di vaniglia, ambra e legno di sandalo donano intensità al profumo, esaltando sentori avvolgenti e vagamente orientali.

 

 

 

 

Viva La Juicy Glacé si avvale di un pack irresistibile: il flacone rosa in vetro “ghiacciato” è impreziosito da un fiocco ton sur ton che ne sottolinea sofisticatamente il mood fascinoso e un pizzico fiabesco. La nuovissima fragranza di Juicy Couture è disponibile in versione Eau de Parfum nei formati da 50 e 100 ml.

 

 

Roberto Cavalli presenta Paradiso Assoluto, il profumo inebriante dell’ Eden

Rosso come un prezioso rubino, Paradiso Assoluto cattura l’ occhio e l’ olfatto in parti uguali: la nuova fragranza di Roberto Cavalli rivisita il flacone di Paradiso tingendolo di un red sfumato su cui spiccano caratteri oro. E a Paradiso lo accomuna anche l’ ispirazione, quel “giardino dell’ Eden” affacciato sul Mediterraneo che, con la sua natura rigogliosa e le sue varietà floreali, fa da sfondo all’ intera linea di profumi. E’ lo stesso giardino in cui scopriamo, ora, una specie di fiori mediterranei che ci seduce con il suo mix inebriante di aromi, immergendoci in un universo olfattivo invitante ed opulento. Sentori floreali e speziati si uniscono in un connubio magnetico: come il frutto proibito dell’ Eden, il suo appeal è potente. E la donna Paradiso Assoluto, libera, sensuale, gioiosamente alla ricerca del bello, non ha alcuna intenzione di resistergli. Al pari dei due profumi che lo precedono – Paradiso e Paradiso AzzurroParadiso Assoluto nasce grazie al naso Louise Turner di Givaudan. Ad esordire sono le note a contrasto del pepe rosa e del glicine, frizzanti e seduttive al tempo stesso, che sfociano in un cuore di gelsomino selvatico e giglio rosso. L’ accordo è voluttuoso, intenso. In chiusura, una scia di sandalo, vaniglia e patchouli sottolinea il fondo caldo e deliziosamente persistente della fragranza.

Paradiso Assoluto è disponibile in versione Eau de Parfum nei formati da 30, 50 e 70 ml.

Marc Jacobs lancia Daisy Shine Edition: sentori in full color moltiplicati per tre

L’ aria sparkling e multicolor delle feste contagia anche le fragranze, moltiplicandosi addirittura per tre: è quanto accade a Daisy, storico profumo di Marc Jacobs, che in versione Christmas season si declina in un terzetto tutto all’ insegna dell’ oro, del rosso acceso e di un bright pink vibrante. La Daisy Shine Edition – questo il nome della capsule – è un piccolo gioiello policromo ispirato al mood giocoso della Resort 2017 Collection. Ideata dal “naso” Alberto Morillas, è disponibile esclusivamente in limited edition da 100 ml e risalta per il pack ultrashiny e in rigoroso monocolor di ogni flacone: una vera gioia per gli occhi (oltre che per l’olfatto), con le margherite stilizzate scolpite sul tappo a fare da leitmotiv. Ma ad accomunare le tre fragranze sono anche i sentori fruttati e floreal-legnosi che si intrecciano in un mix effervescente, sofisticato, luminoso.

La scia olfattiva di Daisy Shine in Red, Gold e Pink Edition esordisce con gli accenti selvatici della fragola di bosco amalgamati con foglia di violetta e pompelmo rosso. Il cuore, marcatamente floreale, si fa vellutato affiancando la violetta agli accordi di gardenia e gelsomino. Il fondo è avvolgente e intenso, un sensuale connubio di muschio animale e legno bianco che la vaniglia addolcisce.

Il risultato è scintillante: raffinatezza e irriverenza si esaltano vicendevolmente dando forma ad un regalo speciale. E se Natale è già passato, che importa? Tra pochi giorni arriverà la Befana

Bottega Veneta e le suggestioni in rosa di Eau Sensuelle

La luce rosata di un tramonto, una donna sprofondata in poltrona su un balcone, un pesco che fluttua nella brezza: è a questi fotogrammi senza tempo, momenti di un’ intimità sensuale e avvolgente, che si ispira la nuova fragranza di Bottega Veneta Eau Sensuelle. La gardenia e il gelsomino indiano mixano il loro bouquet floreale all’ aroma fruttato del pesco, rivisitando Bottega Veneta Eau de Parfum in un’ inedita chiave fresca. Tomas Maier, direttore creativo del brand vicentino, prosegue la serie Art of Collaborations con una partnership tutta all’ insegna dell’ olfatto: sono i profumieri Michel Almairac e Mylène Alran a “firmare” questa vellutata essenza, che all’ amalgama  floreal-fruttato combina il soffice cuoio del chypre, la vaniglia e il patchouli indonesiano per rinvigorirne il jus. “Una fragranza è l’ estensione naturale della filosofia di Bottega Veneta“, dichiara Tomas Maier, ed Eau Sensuelle della sua vision si fa emblema con i molteplici ingredienti intersecati tra loro, uniti in un connubio che sembra ricreare l’ iconica texture a intreccio del brand. Il profumo è “un accessorio che diviene la firma della donna che lo indossa”, prosegue Maier: rievocando suggestioni preziose, reminescenze in rosa fluttuanti nel tempo, la nuova fragranza riflette un mood sofisticato e romantico, ma ricco di note gioiose. Ed è ancora un rosa delicato a tingere il suo flacone trasparente, essenziale, dalle forme arrotondate. Dettagli come il motivo intrecciato inciso sul fondo e il nastro in gros grain – rigorosamente rosa – che circonda il tappo rappresentano ulteriori indizi di uno chic nel più puro stile Bottega Veneta.

Eau Sensuelle è disponibile nei formati da 30, 50 e 75 ml.

CK One Gold: la “gioventù dorata” secondo Calvin Klein

Con il Natale che si avvicina a grandi passi, un tocco d’ oro puro non guasta. Soprattutto se abbinato a una preziosa (è proprio il caso di dirlo) scia olfattiva: un mix che Calvin Klein ha tradotto in una fragranza nuovissima e dedicata ai giovani, alla loro audacia, alla loro voglia di lasciare il segno. CK One Gold, questo il suo nome, è un’ ode a quei Millennials che con talento, creatività e tenacia tramutano in oro (anche metaforico) tutto quel che toccano. Il profumo è rigorosamente unisex, un’ esplosione di sentori che della giovinezza celebrano la radiosità e l’ intraprendenza:  ad introdurlo, note fruttate di fico affiancate al bergamotto ed alla salvia in un tripudio energizzante di freschezza. Il cuore di neroli, scintillante di bagliori come raggi di sole al tramonto, si unisce al gelsomino e alla violetta per poi sfociare in un fondo che fa del vetiver, del legno di guaiaco e del patchouli gli ingredienti base di un aroma avvolgente, al tempo stesso luminoso e sensuale. Lanciato in limited edition, CK One Gold è racchiuso in un flacone che all’ essenzialità del design abbina un tocco luxury: la tipica boccetta di CK One viene ricoperta da una colata dorata iconica e di straordinario impatto, un ulteriore tributo a una generazione che – parafrasando Walt Disney – “sogna e osa”. La fragranza è disponibile in versione eau de toilette da 50 e 100 ml.

Photo: dall’ advertising campaign scattata da Brianna Capozzi con la top Rhiannon McConnell

Les Vestiaire des Parfums: Yves Saint Laurent presenta la Collection de Nuit

 

E’ trascorso un anno da quando Yves Saint Laurent lanciò la collezione Les Vestiaire des Parfums, fragranze che interpretano olfattivamente i capi cult della Maison: Tuxedo, Caftan, Caban, Saharienne e Trench sono i nomi, indicativi, dei cinque profumi ai quali ora si va ad aggiungere un trio prettamente declinato in modalità “notturna”. Les Vestiaire des Parfums Collection de Nuit, una novità assoluta, prende spunto da tre tessuti iconici come il cuoio, il vinile e il velluto per evocare il glamour della nightlife parigina in tutta la sua sensuale audacia. Senza trascurare il mood rock che la Maison associa – come a rimarcare la sua doppia accezione di tessuto e supporto audio – ad ogni produit de beauté ispirato al vinile: un atout imprescindibile, segno distintivo di forte impatto. Cuir, Vinyl e Velour rappresentano fragranze-tributo a materiali che hanno donato all’ estetica Saint Laurent un’ impronta inconfondibile e si sono declinati in ogni possibile nuance di nero. Intense, seduttive, voluttuose, le tre essenze sono cuoio che accarezza la spalla con tocco aspro e lieve, morbido velluto che avvolge in un buio profondo, vinile lucente che fascia il corpo, ed effondono una scia che non conosce distinzioni di genere. Il loro flacone, di un’ essenziale eleganza, ricalca il design di Les Vestiaire des Parfums tingendosi di un all black sfumato dal quale fa capolino la pelle.

Creato dal naso Ilias Ermenidis, Cuir è un potente mix di zafferano speziato, cuoio affumicato e legni. Il profumo esordisce con note concentrate di rum, zenzero e zafferano per poi calarsi in un cuore di tabacco, thé nero e osmanto dagli accenti intensi. Il fondo esalta accordi di oud, cuoio e legno di guaiaco.

In Velour, che Carlos Benaim ha concepito come un aroma in cui la vaniglia stempera un cupo amalgama di legni ed ambra, risaltano note di testa a base di pepe nero, thé nero e pepe rosa. Il cuore mescola gelsomino, olibano e rizoma di iris esaltandosi in un intenso fondo di muschio, vaniglia e amber wood.

Vinyle, firmato dalla profumière Juliette Karagueuzoglou, è sensuale e sfrontato. Il suo jus è una combinazione di mirra orientale e immortelle che si intensificano in un audace mix con l’ anice, la vaniglia, il pepe rosa, il bergamotto ed accordi resinosi.

Cuir, Velour e Vinyle sono disponibili nel formato di Eau de Parfum da 125 ml.

(Photo source: YSL Beauty official website)