Tendenze AI 2019/20 – La mantella, un cult intramontabile

DOLCE & GABBANA

Dire “mantella” equivale a ripercorrere una storia lontana nei secoli: da prototipi come la toga romana e l’ himation greco, è evoluta fino a diventare uno dei capi più iconici del terzo millennio. Questo Autunno coincide con la sua trionfale rentrée. Le collezioni AI 2019/20 la decretano un cult, declinandola in versioni svariate: mai come oggi, infatti, la mantella ha raggiunto un eclettismo tale da rivelarsi perfetta per ogni stile, per il giorno come per la sera.  Si preannuncia quindi un nuovo boom del capospalla senza tempo per eccellenza. I suoi punti di forza? L’ allure fascinosa, la sofisticatezza, il trasformismo che l’ha visto attraversare le epoche rispecchiandone il mood e gli scenari.

 

MARC JACOBS

MIU MIU

CHLOE’

JW ANDERSON

MAX MARA

VIVIENNE WESTWOOD

VALENTINO

CELINE

ERMANNO SCERVINO

 

 

 

 

Tendenze FW 2016/17: mantelle eclettiche e unconventional

Marni

Con la stagione fredda, la mantella torna tra i top trends in tutto il suo aristocratico splendore. Quest’ anno moltiplica l’ eclettismo proponendosi in un caleidoscopio di versioni: minimal, preziosamente decorata, asimmetrica, effetto trompe l’ oeil, con bordature in pelliccia e mixata al poncho, in un crescendo di ricercatezza intrisa di estrosità pura. Anche le lunghezze si adattano ai suoi stili eterogenei, spaziando dai maxiorli ai modelli che sfiorano il girovita. Ma le varianti sono accomunate da un unico leitmotiv: lo chic unconventional che sconfigge il déjà vu con dosi massicce di fantasia.

Roksanda

Gareth Pugh

Gucci

Salvatore Ferragamo

Antonio Marras

Delpozo

Prada

I’m Isola Marras

Mulberry

Maison Margiela

Tendenze FW 2015/16: racconti di cappa e stile

Versace

 

Capo basic dell’ Autunno/Inverno dei tardi anni’60, la mantella si conferma anche per l’ attuale stagione fredda un assoluto must have: versatile, stilosa e non convenzionale, è la scelta ad hoc per il periodo in cui alle “foglie morte” si accompagnano i primi cali di temperature e rappresenta una valida alternativa al coat. Quest’ anno le Maison la propongono in reinterpretazioni molteplici che spaziano dal vibrante full colour a uno stile più prettamente rétro, senza venir meno al leitmotiv di un’ eleganza estrosa che incarna, da sempre, il suo maggiore atout. Eccone una selezione.

 

 

 

Valentino

 

 

 

Ferragamo

 

 

 

Roberto Cavalli

 

 

 

Marc Jacobs

 

 

 

Dolce & Gabbana

 

 

 

Dsquared2

 

 

 

Emporio Armani

 

 

 

Philosophy by Lorenzo Serafini

 

 

 

Saint Laurent

Lo sfizio

 

Bianco: in questi giorni di inizio 2015, il colore ideale per mettersi nei panni di una più che mai affascinante Regina delle Nevi. In realtà, al momento di ideare questa splendida e soffice mantella dai toni boho, Anna Molinari si è ispirata a ben altro: viaggiando a ritroso nel tempo, ha colto stili e umori dell’ indimenticabile Swinging London proiettandone il mood nell’ intera collezione Blugirl per l’ Autunno/Inverno. I riferimenti a due massime icone dell’ epoca, Anita Pallenberg e Marianne Faithfull, sono stati fondamentali. “Mi sono ispirata alle ragazze che seguivano i Rolling Stones – ha spiegato – erano donne che indossavano abiti meravigliosi e hanno creato una vera e propria moda. Io, ovviamente, le ho riportate ai tempi moderni e contemporanei e un po’ bohemienne. ” E’  così che al miniabito in stile Biba, ai pantaloni bootcut e ai capispalla dal twist rock si affiancano le pelicce di richiamo optical, i cappotti di alpaca e le camicie see-through, in un tripudio di colori pastello e di paillettes. La mantella è un capo a sè stante che si inserisce nei trend dell’ epoca come in quelli attuali: il suo è un ritorno massiccio e definitivo, declinato in molteplici versioni. Questa, di Blugirl, mirabilmente armonizzata in un look total white, ha gli orli sottolineati da piccoli pon pon e rifiniti da frange, citando uno stile e dei dettagli ornamentali squisitamente d’antan.  Risulta sfiziosa poichè rimanda ad un periodo di grande fermento rivoluzionario e creativo, anni in cui l’ espressione della propria unicità si contrapponeva alla crescente omologazione e l’ originalità nel vestire risultava una condicio sine qua non per definire lo status di qualsiasi It girl. Deliziosa nel suo gusto boho, questa mantella rientra nel filone womenswear che vedeva protagonisti boa di struzzo, elaborati caftani, abiti in stile gipsy accanto ai primi hot pants,  parte del guardaroba tipico sfoggiato dalle icone ispiratrici di Anna Molinari: per tutte le patite del magico Swinging mood, un irrinunciabile must have.

Racconti di cappa, poncho e spada

Blugirl

Mantelle, poncho, larghe sciarpe avvolgenti: per la stagione fredda il classico cappotto lascia spazio a capi antifreddo dal sapore folk, bohemien e vagamente d’antan. E’ il boom dei capispalla ampi, declinati in infinite soluzioni stilistiche, che donano immediatamente una allure composta dallo speciale mix tra glamour e originalità: dedicati a chi desidera sconfiggere le temperature polari con stile.

 

Valentino

 

Barbara Bui

 

Roberto Cavalli

 

Emilio Pucci

 

Garret Pugh

 

Dolce & Gabbana

 

Delpozo


Saint Laurent

 

Elie Saab

 

Dsquared2

 

Burberry Prorsum

 

Etro

 

Tommy Hilfiger

 

Chloe

 

Yohji Yamamoto

 

Ann Demeulemeester