Fan Bingbing: nuova icona ‘made in China’

 

Attrice, cantante, businesswoman e uno dei volti  che animano le campagne pubblicitarie di L’Oréal: Fan Bingbing, giovanissima, nata  in Cina nella regione di Shandong, si laurea alla Shangai Theatre Academy e a soli 17 anni debutta in TV con la sitcom taiwanese Princess Pearl, un romantico dramma storico. La musica, oltre alla recitazione, è un’altra sua grande passione; suona il piano sin da bambina, ha già inciso un album e numerosi singoli, spesso tratti dalle colonne sonore dei suoi film. Ma il grande successo internazionale arriva con il cinema, quando, nel 2010, vince il premio di migliore attrice al Tokio Film Festival nei panni della scatenata rocker Nan Feng in Buddha Mountain di Li Yu , un ruolo che spazza via ogni precedente personaggio dai connotati puri e naif da Fan interpretato. Ma ai ruoli controversi, Fan Bingbing è abituata: non per niente la principale produzione cinematografica e televisiva a cui ha preso parte include thriller e incursioni nel genere drammatico che le sono valsi premi e riconoscimenti, come il Best Supporting Actress vinto al Tapei Golden Horse Film Festival. Oggi, con una casa di produzione propria, mira ad estendere progressivamente – e inesorabilmente – la sua fama al di fuori dei confini orientali. Un traguardo quasi totalmente già ottenuto grazie alle frequentissime incursioni sul Red Carpet di Cannes, dove si reca regolarmente in qualità di protagonista dei film made in China che vengono presentati al Festival e dove, puntualmente, esibisce abiti spettacolari ispirati alla più antica tradizione cinese – come il Dragon Robe raffigurante due draghi in uno splendido giallo oro – colore permesso soltanto agli Imperatori – ora esposto al Victoria & Albert Museum di Londra. Il suo rapporto con la moda e con lo stile, d’altronde, è talmente stretto da farla umanimamente considerare l’ icona fashion per eccellenza della Cina odierna; il contratto firmato con L’Orèal contribuisce non poco a diffondere la sua bellezza e la sua grazia condita di decisa grinta, che forgia un’ immagine tutta nuova  della donna orientale. Contesa dai designer internazionali più famosi, indossa con naturalezza estrema e un glamour tutto speciale le più strabilianti creazioni dell’ haute couture. Ama Dolce & Gabbana e Alexander Mc Queen così come molti tra i talenti emergenti suoi compatrioti. In tema beauty, afferma di amare la pelle bianca, di porcellana, che costituisce un valore aggiunto nel suo Paese, e preferisce i tacchi alti alle ballerine per quel tocco di sensuale femminilità che le conferiscono, rendendola più sexy che mai. La sua carta vincente sta nella sicurezza in sè stessa e nel ben conoscere, e gestire, i suoi punti deboli e i suoi punti di forza: non per niente, pare che uno che i soprannomi a lei affibbiati sia ‘Iron lady Fan’. Una lady consapevole, grata ad ogni esperienza a cui la vita l’ha condotta, che afferma decisa che rifarebbe tranquillamente tutte le scelte operate dai 17 anni in poi, se ne avesse la possibilità, aggiungendo: “La pressione della competizione esiste ovunque: mi sento abbastanza fortunata, nel poter fare quel che mi piace all’ interno del boom del mercato cinematografico cinese”. Fascino, glamour e idee chiare: ecco il cocktail vincente del nuovo idolo dei giovani cinesi.

Felice weekend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *