Sogno di un giorno di mezza estate

 

Ci siamo augurati buon inizio settimana con l’ ultimo post, poi un black out informatico ha preso il sopravvento e ci ritroviamo a ridosso del weekend: come in un bel sogno di una notte di mezza estate mi accingo a scrivere questo post a mezzanotte abbondantemente passata, programmandolo per domani mattina. 20 luglio, ormai l’estate è al suo culmine – che non deve necessariamente coincidere con il ‘picco’ ferragostano’, troppo caotico e già avviato verso una inesorabile, graduale discesa rivolta al fine stagione. Inauguriamo le nostre giornate splendenti di sole e tinte di azzurro terso con una – vera o immaginaria, non importa -ricca colazione a base di frutti tropicali, godendo in ogni momento della visuale sconfinata del mare aperto che accarezza i nostri sensi con il viavai ritmico delle onde, mentre la vita di spiaggia abbandona momentaneamente maschere e travestimenti della routine quotidiana per lasciar spazio al nostro lato più selvaggio e sensuale. Una rinnovata voglia di flirtare si alterna a momenti di profonda riflessione, favoriti dall’ atmosfera quasi metafisica in cui si immerge la spiaggia man mano che, la sera, si svuota. Sono piccoli istanti, piccoli piaceri come questi a ricordarci che la vita è bella, e che va gustata fino in fondo…spremuta come una succosa papaya!

Buon venerdì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *