Happy Birthday, Gwyneth!

 

La sua bionda allure sarebbe piaciuta ad Hitchcock: c’è da scommettere che, se fosse ancora in vita, avrebbe sicuramente incluso Gwyneth Paltrow nell’ esclusivo gruppo di ‘algide bionde dalla sensualità bollente’ per cui aveva una perenne infatuazione. Non sarebbe stata in cattiva compagnia, tra Grace Kelly e Tippi Hedren, la star californiana figlia del commediogafo Bruce Paltrow (deceduto nel 2002) e dell’ attrice Blythe Danner; una figlia d’arte, insomma, e a tutto tondo! Nel suo curriculum formativo figurano una scuola privata femminile a New York City e studi di Storia dell’Arte all’ Università della California, prematuramente abbandonata per intraprendere il percorso del cinema, con cui è esploso – grazie ad Emma di Donald McGrath (1998) – il suo enorme successo internazionale. Il 27 settembre, per Gwyneth, è una data speciale: un compleanno importante, che coincide con i ‘suoi primi 40 anni’. Non si può certo dire che siano stati poco vissuti: successi cinematografici costanti, registi prestigiosi (aveva solo 19 anni quando è stata diretta da Steven Spielberg in Hook.Capitano Uncino), generi disparati che vanno dalla pellicola in costume al thriller, dal drammatico alla commedia, dalla fantascienza al biopic. La ricordiamo, glamour e stilosa, ne Il Talento di Mr. Ripley di Anthony Minghella (1999), appassionata in Shakespeare in love di John Madden (1998), surrealista in The Tenenbaum di Wes Anderson (2001),  sognatrice in Una hostess tra le nuvole di Bruno Barreto (2003), intensa in Sylvia, film biografico su Sylvia Plath diretto da Christine Jeffs nel 2003. Parallelamente, la sua lovelife scorreva senza particolari intoppi: a una rottura traumatica con Brad Pitt seguiva il colpo di fulmine con Chris Martin dei Coldplay, con cui ha scambiato i voti nuziali nel 2003 e dal quale ha avuto due pargoli: Apple, nata nel 2004, e Moses nato nel 2006. Cantante – ha duettato anche con Sheryl Crow in una new version di It’s only love di Stevie Nicks -, icona di stile – il suo look raffinato viene preso a modello da milioni di ragazze in tutto il mondo e idolatrato dai designer, che fanno a gara per averla come testimonial – attrice TV -dove ha partecipato per un anno ad alcuni episodi di Glee, ultimamente si è dedicata a fare la mamma e pare stia cercando, insieme al marito Chris, di trasferirsi definitivamente in California.  Quando pensiamo a degli aggesttivi per descriverla, vengono inevitabilmente in mente ‘chic’, ‘classy’, ‘bon ton‘ : una silfide che dello stile personale (la ricordiamo quando ritirò il premio Oscar per la sua interpretazione di Viola in Shakespeare in love, con un incantevole evening dress in raso rosa confetto e i capelli legati in un perfetto chignon) , originale e senza eccessi ha fatto la sua bandiera. Ma ha saputo guadagnarsi con ogni merito anche l’ aggettivo ‘sexy’ grazie ad una serie di scatti che la ritraggono in pose,e in look vagamente fetish, con tanto di make up marcato e smalto dark alle unghie. La versatilità è uno dei suoi maggiori atout, e le permette di lasciarsi alle spalle quell’etichetta di uptown girl che le rimarrebbe, altrimenti, perennemente appiccicata addosso.  40 anni, dunque, vissuti più che pienamente i suoi. Ma senza mai dimenticare – nonostante l’Oscar e la fama interplanetaria – la vita di tutti i giorni ed i suoi eventi. Gwyneth ammette candidamente che i momenti fondamentali della sua esistenza sono stati in tutto tre: la morte del padre, l’incontro con suo marito, la nascita di sua figlia. Tutto quello che è successo prima, confessa, non sembra aver aggiunto molto al resto. Gwyneth Paltrow, ‘una di noi’: splendida quarantenne, attrice al cinema e diva nella vita. Happy Birthday to you!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *