Parola d’ ordine: cotonato

Jean Shrimpton

 

Le passerelle delle più recenti e prestigiose Fashion Week internazionali ci hanno riportato indietro nel tempo, celebrando un’ eleganza dal mood anni ’50 e ’60 in ogni sua declinazione, ma sempre e comunque caratterizzata dalla ricercatezza. Le acconciature seguono a ruota questa rinnovato desiderio di bon ton rétro: voglia di volume, di chiome importanti, di ‘teste scultura’ dalle decise reminescenze anni ’60. Torna il caschetto ma in versione ‘vintage’, adottando quel look cotonato ormai eletto all’ unanimità principale leit motiv di ogni testa à la page della stagione fredda. Un cotonato da cui non si può più prescindere e che viene applicato, senza eccezione, a tutte le lunghezze. L’effetto, oltre ad infoltire la chioma, è deliziosamente rétro seppur rielaborato su coordinate strettamente contemporanee.

 

 

E i capelli raccolti? Il ritorno del beehive, che furoreggiava letteralmente negli anni ’60, è una delle novità in pool position per il prossimo inverno. Pettinatura-simbolo di alcune delle star più idolatrate e imitate dal pubblico femminile, come Audrey Hepburn e Brigitte Bardot, adotta il cotonato come requisito essenziale: fascino ed eleganza, le sue coordinate di base. Niente paura, dunque: dopo una bella carrellata di tagli e acconciature ‘ipervolumizzate’ dal pettine, chi potrà mai ancora lamentarsi del ‘piattume‘ delle giornate autunnali?

 

Brigitte Bardot

Audrey Hepburn

Brigitte Bardot

 

 

Buon giovedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *