Macarons Ladurées: la limited edition ispirata ai ’70

 

Ladurée: un cult brand per tutti gli amanti delle dolcezze più sofisticatamente elaborate. Pronunciare il suo nome significa evocare un romantico e struggente mood parigino, lo splendore degli Champs Elysèes,  il lusso di una pasticceria ormai simbolo della Ville Lumière quanto la Tour Eiffel, gli sfarzi della Versailles del XVIII secolo e la quantità spropositata di macarons che animava, con il suo gusto e i suoi colori, i pomeriggi oziosi di Marie Antoinette. Il mese scorso, dopo l’apertura di Milano, anche Roma può contare su una patisserie Ladurée in pieno centro storico: per raggiungerla, basta percorrere l’ intricato labirinto di vie e viuzze lastricate che, da via del Corso, conduce a Piazza di Spagna. A quel punto, arrivati in via Borgognona (un magico ed esclusivo angolo di pura bellezza) troverete a colpo sicuro la neonata Ladurée romana. Un piacere per il palato, i suoi macarons, ed anche per gli occhi. Poichè non solo si offrono allo sguardo come tondeggianti pasticcini in technicolor ripieni di crema: Ladurée, sempre sensibile al bello, ha costantemente brillato per l’originalità e la raffinatezza del suo packaging. Prova ne sono le numerose collaborazioni con il fashionbiz e con designer di fama, che hanno fornito le loro personali interpretazioni di confezioni in speciali limited edition sempre ambitissime. Ricordiamo ad esempio il packaging di Matthew Williamson, ali di farfalla ripetute all’ infinito nei toni del rosa, del celeste e del viola per una capsule collection appositamente distribuita, nel 2011,  durante le Fashion Week di Londra e di Parigi. O, ancora, le confezioni Ladurée di Lanvin, lanciate a Parigi lo  scorso settembre in occasione della Semaine de la Mode: Altur Elbaz creò un packaging completamente bordato di rosso e caratterizzato dalle sue note illustrazioni, intramezzate di volti e di cuori. A chiudere il tutto, un grande fiocco di gros grain che riprendeva il nastro rosso dei bordi. I macarons ‘firmati’ Lanvin, inoltre, ebbero il privilegio di rappresentare un gusto inedito: quello al bubble gum, che si ‘incastrava’ alla perfezione con l’intera grafica creata da Elbaz. Oggi, una nuovissima confezione viene ad aggiungersi alla serie artistiche della Patisserie: quattro cofanetti in edizione rigorosamente limitata -contenenti otto macarons ciascuna – decorati con motivi di decisa ispirazione anni ’70, un mix tra psichedelia e la stilizzata ala di un pavone. I cofanetti sono disponibili in tinte acide e fluo, colori apparentemente contrastanti tra loro come turchese e arancio, giallo e viola, turchese e fucsia, verde e fucsia: un vero e proprio psychedelic dream che arricchisce gli originali packaging del marchio di ulteriori suggestioni. Per un momento, la spiccata francesità di Ladurée si trasferisce a Londra e, in un viaggio a ritroso nel tempo, abbraccia il mood fluorescente e sgargiante che gli echi degli Swinging Sixties hanno reso immortale. Il risultato? Macarons ‘psichedelici’ e tutti da assaggiare!

Buon giovedì.

Una risposta a “Macarons Ladurées: la limited edition ispirata ai ’70”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *