Scintillio e candore per le ‘regine delle nevi’ di Blugirl

Photo: Bill King for Queen, 1967

Anni ’60: una Twiggy ‘regina delle nevi’ appare  in tutto il suo bagliore. Strepitosamente affascinante nella sua versione glam, spalanca gli occhi ornati di ciglia finte e socchiude le labbra tinte di tangerine gloss assumendo un’espressione che, nella sua attraente fissità, rimanda all’ appeal delle dive del ‘muto’. Lunga stola di pelliccia bianca,  collana di perle a più giri, Twiggy emana una allure candidamente seduttiva. Oggi, le ‘regine delle nevi’  contemporanee sono vestite da Anna Molinari, che con Blugirl ha improntato una collezione comprensiva di un filone total white dalle molteplici preziosità immacolate. Materiali avvolgenti, scintillii inaspettati, ricercatezze sono le coodinate base dei capi che compongono questa minicollection dalla connotazione prettamente invernale. Il bianco, onnipresente, diviene quasi accecante nelle pellicce di mongolia, nei cappotti in ecopelliccia, e come fiori spuntati da una spessa coltre di neve appaiono, qua e là, fiori di pizzo in lana e fantasie a punto tricot. Ma strass e Swarovski giocano il ruolo maggiore nella creazione del look delle ‘regine delle nevi’, illuminando di luccichii i ricami dei manicotti e gli abiti completamente declinati in argento. Pizzo, tricot, jacquard si mescolano alla massiccia consistenza dei capispalla con un unico, rigoroso, comune denominatore: il bianco. Che si diffonde, abbondante, anche nei folti doposci e nei cappelli, entrambi  in pelliccia. Le ‘regine delle nevi’sono pronte ad avanzare flessuosamente, a passo felpato, sui sentieri di ghiaccio che sta già diramando l’ inverno: quel che è certo è che affronteranno con molto glamour, e zero brividi, le temperature polari in arrivo. Buon venerdì.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *