Where’s the party?

 

Ovunque sia il party, Georgia May Jagger è decisamente già pronta a folleggiare, splendidamente glamourous e radiosa, in ogni minuto danzante e ritmato di spumeggiante euforia alcolica della notte più lunga e luminosa dell’ anno.  Make up da manuale con tanto di ciglia finte, Georgia ha concentrato sulle carnose labbra – eredità di papà Mick – il tradizionale input che impone “qualcosa di rosso” da esibire a Capodanno, con risultati oltremodo eccellenti: un lipstick mat, cremoso, sofisticatamente satinato che riesce magistralmente a enfatizzare la sua caratteristica bocca, rendendola atout e punto di forza. Non dobbiamo dimenticare, d’altronde, che nel CV della ‘pargola’ della mitica Jerry Hall l’ esperienza di testimonial del brand Rimmel London figura tra le sue collaborazioni promozionali di punta. Nessuna meraviglia, dunque, se il 2013 di Georgia May è in procinto di iniziare proprio muovendo i passi da una sua ennesima esperienza nel settore: a partire dal nuovo anno, infatti, sarà il volto della nuova fragranza firmata Roberto Cavalli Just Cavalli – e protagonista di una campagna pubblicitaria diffusa sia via stampa, che TV, a livello internazionale. Un doppio ‘nuovo inizio’, dunque, per il 2013 della  rampolla Jagger, che includerà la sua ‘prima volta’ come testimonial di un profumo. “E’ una vivace tentatrice”, ha commentato Roberto Cavalli, “la scelta perfetta per incarnare Just Cavalli.”. La giovane tentatrice con il rock nel DNA si prepara, così, ad apparire in uno spot diretto da Jonas Akerlund e in una serie di scatti effettuati da Mario Sorrenti che lanceranno, nel febbraio 2013, la fragranza del designer fiorentino. Tornando al ‘party’ iniziale,  Georgia May ha certo di che festeggiare!

 

 

A proposito di party, avete già scelto la vostra acconciatura per le feste di stanotte? VALIUM vi suggerisce una proposta molto particolare: con il cotonato come leit motiv, la pettinatura rappresenta la versione – in chiave ‘maudit‘ e ‘finto- scapigliata’ – di uno dei classici della moda capelli di sempre. Ovvero, la treccia. Una treccia specialissima che intreccia le tre ciocche di capelli di rito su una testa già perfettamente, e totalmente, cotonata. Il risultato, lungi dal sembrare trascurato, è al contrario un inedito inno al volume e alla corposità dei capelli, gonfiandoli in modo tale da creare un originalissimo ‘effetto parrucca’ in pieno stile Barocco. Un ‘raccolto’ insolito, di forte impatto, che si distacca decisamente dalle consuete proposte in tema. Per distinguersi dalla massa anche durante i superaffollati, interminabili party di fine anno, la chance migliore si traduce nello sfoggiare una contemporanea e riattualizzata versione delle ultravoluminose parrucche che, nel ‘700, valorizzavano le capigliature di Marie Antoinette e della sua corte di Versailles. Siete pronte ad osare?

 

 

Enjoy the party!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *