Flash su una collezione: femminilità e bon ton secondo Zanini. La Primavera/Estate di Rochas

 

Non è casuale, il mio flash sulla collezione Primavera/Estate 2013 di Rochas proprio mentre iniziano le feste Pasquali: un periodo ideale per sfoggiare, tempo permettendo, gli outfit bon ton e dalle vaghe reminescenze anni ’50 ideati da Marco Zanini. Una collezione che nasce da uno stato d’animo, la sua: come spiega Zanini stesso, suo intento principale è stato quello di tradurre, in abiti, “quel self-control che hanno le donne quando usano la gentilezza e la calma come arma per esprimere il loro carattere.” . E nella ‘gentilezza’ risiede il concept delle sue creazioni, declinate in una serie di forme e tessuti che – in modi diversi – denotano classe e femminilità. Molto importante, a questo fine, è la scelta dei materiali: lo chiffon, il satin stretch, il broccato, la seta cloquè, il taffetas, il raso jacquard che, a seconda della loro consistenza, determinano differenti silhouette. Vediamo cosi utilizzare i più rigidi, voluminosi, malleabili come i broccati, il raso jacquard, il faille di seta,per abiti ‘importanti’ dalle ampie gonne, giacchini che lasciano scoperto l’ ombelico,  maxidress e mantelle dalla forma scampanata, mentre è affidato a materiali come il raso lucido e il satin stretch il compito di sottolineare outfit dalle linee aderenti al corpo. Anche le lunghezze, di conseguenza, si diversificano: mini, midi e maxi si alternano indifferentemente come a delineare, in ogni dettaglio, ognuna delle tante sfaccettature che compongono la donna – simbolo della collezione. Ma è il gioco di forme quasi danzanti, che alle più voluminose contrappone quelle attillate, a costituire uno dei motivi più accattivanti della collezione. Anche la palette cromatica gioca un suo ruolo essenziale: una grande profusione di bianco, grigio perla, rosa cipria viene affiancata da tonalità più decise come il ruggine, il nero, il violetto, il fucsia e il rosso ciliegia con ‘pennellate’ di oro e di blue navy, ma non mancano le stampe floreali a confermare una predilezione molto cara al designer. E’ sugli splendidi outfit dal sapore anni ’50 che scatta il nostro flash: costituiti da top aderente scollato ‘a cuore’ e gonna voluminosa, in fantasia floreale, dalla lunghezza midi, ripropongono lo stesso tipo di ampia gonna abbinandola ad un giacchino cortissimo con mezze maniche e abbottonatura frontale. Per entrambi i modelli, è la rigida consistenza del raso jaquard a valorizzarne le forme.   Tra gli accessori, spiccano le wresting shoes bianche che accompagnano ogni completo: rasoterra o a mezzo tacco, a metà polpaccio o al ginocchio, sono un leit motiv costante. Marco Zanini, con questa collezione, riesce ad evocare versatilmente femminilità e bon ton evitando ogni connotazione sdolcinata, esprimendone il romanticismo tramite una sapiente ricerca di volumi, forme e colori che creano il link ideale tra modernità e squisiti tocchi rétro.

Buon venerdì.

4 risposte a “Flash su una collezione: femminilità e bon ton secondo Zanini. La Primavera/Estate di Rochas”

    1. Ciaoooo…Come stai?: ) Sono passata varie volte sul tuo blog, ma non riesco ad inviarti msg. Come posso fare?…Fammi sapere! Intanto, auguro una felice Pasqua anche a te: che sia una giornata serena e speciale. Tantissimi Auguri, Kylie!

  1. Mi dispiace che tu non possa scrivere nel mio blog, ma non saprei come aiutarti. Non ho ricevuto altre segnalazioni.
    Qui tutto bene.
    Un bacione e passa una bella giornata. Da noi piove a dirotto da ieri!

    1. Scrivo ma il commento, non capisco il perchè, non viene pubblicato. Non ci resta che ripristinare il “vecchio” cellulare…A presto, Piccola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *