Il close-up della settimana

 

 

“Giardino del Paradiso”: questo il tema della sfilata Primavera/Estate 2013 presentata da Issa London. Un tema che esprime alla perfezione il mood a cui si legano gli outfit proposti, caratterizzato da un immaginifico scenario di uccelli e arbusti tropicali e da tonalità che ricordano tutte le sfumature di un tramonto esotico: il rosa, il viola acceso, il tangerine, il giallo fluo e il blu cobalto abbondano, tratteggiando cromaticamente il sensuale languore di paesaggi – esteriori e interiori – in cui si annida un rigenerante connubio tra l’uomo e le meraviglie della natura. In questo contesto, le orchidee intrecciate tra i capelli di ogni modella durante il fashion show ha costituito un dettaglio che ha suscitato unanime consenso e ammirazione. Con le chiome raccolte in elaborati chignon, le mannequin esibivano veri e propri grappoli di orchidee in svariati colori che accentuavano l’allure esotica ed eterea degli outfit che si alternavano in passerella.  Un fiore tra i più attraenti, legato a leggende ataviche ed a simbologie ben precise a causa della sua conformazione, che racchiude contemporaneamente  i caratteri della virilità e della femminilità: una particolarità che, nelle antiche culture (a partire da quella cinese), ha sempre assegnato all’orchidea una valenza di fertilità, rinascita, bellezza e purezza dopo i rigori invernali, un’ allegoria di amore (una tipicità dell’era medievale erano proprio i filtri e le pozioni d’amore preparati utilizzando orchidee). Nel tempo, colei che gli antichi Greci chiamavano kosmosandalion (=sandalo del mondo) per la forma a scarpa che caratterizza alcune sue specie – e che anche nelle nostre campagne veniva, e viene, popolarmente chiamata ‘scarpetta della Madonna’ perchè fiorisce nel mese di Maggio, il linguaggio dei fiori le ha attribuito un valore ben definito: l’orchidea rappresenta infatti il fiore che, incarnando la fecondità e l’amore nella sua quintessenza, dovrebbe essere regalato unicamente alla donna amata alludendo sì a una profonda passione, ma anche alla sua preziosa rarità. In virtù delle tradizioni e dei miti a cui attinge questo fiore, dunque, la scelta di adornare i capelli con magnifiche orchidee, oltre a costituire un atout estetico di forte e sicuro impatto, assume valenze dalle molteplici, e attraenti sfumature. Un plauso ad Issa London per aver fornito un tributo deliziosamente pregnante alla Primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *