L’ accessorio che ci piace

 

La sfilata Primavera/Estate 2013 di Dolce & Gabbana: un tripudio di colori, stampe, materiali messi al servizio della più alta ricercatezza stilistica e veicolati da un leit motiv che è un’ incessante dichiarazione d’amore alla Sicilia, alle sue tradizioni, alla sua cultura. L’iconografia che Dolce & Gabbana riprendono nella loro collezione abbraccia ampiamente tutti gli elementi della più tipica tradizione siciliana e li profonde a piene mani negli outfit, negli accessori, nei bijoux citando un panorama culturale tra i più ricchi d’ Italia: i carretti, gli ombrelloni a strisce della spiaggia di Taormina, i pizzi a tombolo, le marionette del teatro di strada, le ceramiche di Caltagirone e i cesti di vimini, tutto viene amalgamato e adattato alla creazione di splendidi abiti che attingono ampiamente ai materiali pertinenti all’artigianalità dell’ isola come la rafia, il broccato, l’ uncinetto, il lino, la rafia stampata e la paglia, in una sperimentazione artistica che raggiunge livelli eccelsi – basti pensare agli abiti in paglia ricamati in corallo e alle sbalorditive zeppe-scultura, capolavori di estrosa genialità.  Gli accessori, come sempre, per Dolce & Gabbana rivestono un’importanza  fondamentale: per l’attuale stagione, oltre a una vastissima scelta di borse, sandali e bijoux, i due designer hanno puntato su un originale foulard in seta, decorato con motivi floreali o della tradizionale iconografia siciliana, da portare legato a fascia intorno al capo lasciando i lembi a sfiorare spalle e scapole.

 

 

Il foulard ottiene la massima visibilità grazie ai colori sgargianti e alle stampe insolite, e viene portato con capelli rigorosamente raccolti a chignon in modo da enfatizzarne la tipicità. Un richiamo al passato e agli anni ’60, che delle fasce hanno visto il trionfo tra i figli dei fiori del flower power come tra le dive: pensiamo solo a  Brigitte Bardot e Claudia Cardinale, loro fan indefesse. Ma  il foulard di Dolce & Gabbana possiede un elevato valore aggiunto: sofisticatezza, preziosità dei materiali, stampe e colori sapientemente mixati lo rendono un must have imprescindibile per chi vuole trascorrere la bella stagione all’ insegna di un Made in Italy nella sua quintessenza, che funge al tempo stesso da profondo omaggio alla ‘sicilianità’ e, indirettamente, alle straordinarie doti creative di Domenico Dolce e Stefano Gabbana, attenti valorizzatori del patrimonio culturale, artistico e tradizionale della terra a cui sono indissolubilmente legati.

Buon giovedì.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *