Betsey Johnson: 40 anni di strepitosa energia creativa

 

Con la figura di Betsey Johnson ho un pluriennale legame “affettivo”: è stata una delle prime designer che ho imparato a conoscere quando, dodicenne, cominciai a scoprire la moda sfogliando Lei, con cui è scoccato il colpo di fulmine dopo averne vista una copia in vetrina nella boutique di “moda giovane” (allora si chiamava così) più “in” della mia città. Tuttora, i fashion show di Betsey Johnson, con le modelle che invece di sfilare ordinatamente in passerella saltellano, ballano, ammiccano e piroettano su sè stesse, mi rimandano a quegli anni “gloriosi” (intorno alla fine dei ’70, inizio ’80) in cui la fotografia di moda con Arthur Elgort si rinvigoriva di energia, irradiando grinta e movimento localizzandosi raramente in studio, quasi sempre nel contesto urbano. Non potevo quindi privare VALIUM di un post su Betsey, ripromettendomi anzi di raddoppiare il tiro dedicando spazio alle sue ultime collezioni.Vorrei iniziare, intanto, da alcuni dettagli che mi hanno estremamente colpita della passerella allestita – il 12 settembre 2012 – in occasione della retrospettiva dedicata ai 40 anni di attività del brand, con una Cindy Lauper più in forma che mai nelle vesti di guest star d’eccezione. Sto parlando, nello specifico, di hairstyle e make up delle modelle: uno spettacolare mix di stile e stravaganza da lasciare senza fiato. Ritornando con la mente agli anni già citati, in cui la permanente abbandonava il boccolo per le arricciature a ‘zig zag’, l’hairstylist John  Reyman ha creato per il fashion show di Betsey delle chiome ‘a cascata’, ipervoluminose, quasi leonine, grazie a un fitto frisè realizzato con piastra ondulata e abbondanti qualità di lacca. L’effetto è strepitoso, ultrascenografico, con il frequente valore aggiunto di tiare e coroncine di strass in technicolor abbinate all’ acconciatura.

 

 

 

 

Altrettanto stabiliante il make up, a firma del make up artist Gato: un look di marcato richiamo pop art che ricrea un particolarissimo ‘occhio di gatto’ utilizzando eyeliner a profusione per definire un effetto scenografico e di alta teatralità. Con dell’ ombretto in crema color argento, Gato ha poi evidenziato l’ angolo interno e quello esterno della palpebra, tingendo la zona centrale di giallo fluo e completando il make up occhi con l’applicazione di ciglia finte rivestite da spessi strati di mascara: un lavoro magistrale per un look che ricorda – volutamente! – un’ eroina dei cartoon. Di un rosso intenso sottolineato da un gloss glitterato, invece, le labbra, e per rendere ancora più dramatic l’ insieme Gato si è avvalso di un diamantino blu applicato all’ angolo della bocca a mò di neo. Rosse anche le unghie delle modelle, tinte di una nuance in pendant perfetto con quella del lipstick. Ancora una volta, dunque, Betsey Johnson riesce a stupirci, a sorprenderci, a creare collezioni e fashion show spettacolari ma curati nei minimi dettagli, in cui nulla è lasciato al caso e tutto concorre a delineare il suo rocambolesco mondo creativo. Auguri vivissimi per i tuoi “primi 40 anni”, Betsey, e una miriade di questi giorni. La tua moda ci galvanizza, ci mette allegria: Cindy Lauper non aveva in fondo poi così torto, quando cantava il suo inno: dopotutto, “Girls just want to have fun”!

 

 

 

Buon 1° Maggio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *