Il close-up della settimana

 

Ambientazione notturna e tutta giocata sui toni del blu e dell’azzurro, per la nuova campagna pubblicitaria Primavera/Estate 2013 della Maison Versace. Gli scatti, firmati Mert Alas e Marcus Piggot, ricreano uno sfondo mitologico e metafisico che nel cielo stellato notturno e nella landa desertica fredda, quasi lunare, turchese nella sua totalità, traspongono le immagini in una dimensione spazio-temporale astratta e onirica dove si muovono i suoi protagonisti, valorosi gladiatori e fiere dee-amazzoni impersonati dai top models attualmente più quotati e richiesti: i sei testimonial rispondono infatti ai nomi di Kate Moss, Joan Smalls, Daria Werbowy, Edward Wilding, Kacey Carrig e Veit Couturier. Ritratti in pose plastiche che mettono in evidenza i corpi scolpiti e la flessuosità di silhouette svettanti e perfettamente modellate, indossano capi che riconducono vagamente alla Grecia antica. In questa foto, a una Kate Moss vestita di un impalpabile abito azzurro bordato (e borchiato) di bianco e oro si affianca un muscoloso ‘guerriero’ in pesanti sandali da gladiatore, mutanda con logo e ornamenti in pelle. La tonalità dell’ abito indossato da Moss accentua ulteriormente l’ effetto ton sur ton con uno sfondo caratterizzato da un’eterea ‘azzurrità’ e si staglia, brillante, contro il cielo blu notte. “Avere tre donne iconiche come Kate, Daria e Joan in una campagna pubblicitaria – ha commentato Donatella Versace – non è un compito facile. Mert e Marcus si sono superati. Ogni immagine è composta come una vera e propria opera d’arte. ” Immagini che, oltre a rappresentare dei capolavori artistici, definiscono distintamente i caratteri della donna Versace negli abiti e nelle tunichette da dea, nella leggerezza e nei colori d’ impatto, sempre accompagnati da scarpe che sono un trionfo di stringhe e di tacchi vertiginosi: come a ribadire la femminilità che, invariabilmente, si impone in una donna ‘protagonista’ per predisposizione naturale e dal grande carisma.

Felice weekend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *