L’accessorio che ci piace

 

Colore e vernice: un binomio brillante che definisce le coordinate di creazioni accomunate da un nome non scelto a caso. Frida Giannini ha infatti chiamato Bright Bit la sua nuova collezione di pochette e borse che rimandano ai motivi più iconici della Maison Gucci, come il morsetto equestre, fondendoli con i dettami di una contemporaneità minimal. L’accessorio su cui puntiamo i riflettori questa settimana è la pochette in vernice: linee pulite, media misura all’insegna della comodità, una palette cromatica variopinta ed idealmente sintonizzata sull’aria frizzante dell’estate. La Gucci Bright Bit, foderata al suo interno di cotone naturale, ha una chiusura impreziosita dal classico morsetto vintage in oro anticato ed è disponibile in una molteplicità di colori pop e squillanti: verde turchese, zaffiro, rosa shocking, giallo limone, rosa begonia e un nero passepartout, tonalità di forte impatto che rendono versatile l’utilizzo della pochette e non lo relegano esclusivamente alla sera.  Oltre alla vernice esiste tutta una serie di materiali alternativi in cui la Bright Bit si declina, tra i quali troviamo la pelle d’agnello, la pelle liscia o ruvida, la stampa karung e le texture esotiche delle varianti in pitone e coccodrillo. I modelli, dal canto loro, si diversificano in tote bag dalle linee squadrate, clutch e prevedono una tracolla da applicare a proprio gusto. Ma la pochette lucente rimane la nostra preferita: pop, vivace, raffinata e al tempo stesso ipermaneggevole e disinvolta, nel connubio tra i dettagli riferiti alla più pura tradizione Gucci e l’esplosivo range di colori e materiali risulta l’accessorio vincente con cui accompagnare le nostre giornate, e serate, della bella stagione in arrivo.

Buon venerdì.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *