Vintage & contemporary trends: le sopracciglia folte

 

Negli anni ’50 furono due dive, due stelle di prima grandezza a lanciarne la moda: sopracciglia folte e spesse incorniciavano, infatti, gli splendidi occhi viola di Elizabeth Taylor (nella foto) e lo sguardo da cerbiatta, sottolineato dalla frangetta cortissima, di Audrey Hepburn. Chi non le ricorda? Sensuali, volitive, dolci, sbarazzine, le sopracciglia accompagnavano con la stessa versatilità il look e il mood dei personaggi che le due star interpretavano sul grande schermo, Quelle sopracciglia spesse rappresentavano un atout in più, davano carattere e non passavano di certo inosservate. Un vero valore aggiunto che si perse, poi, nel variopinto marasma psichedelico di fine anni ’60  quando la  moda imponeva sopracciglia sottili, filiformi al punto giusto da lasciare spazio a un occhio enfatizzato dal make up, carico di ombretto e ciglia finte, principale focus del viso. Furono gli anni ’80 a riportare in auge le sopracciglia folte e ben delineate: non c’è bisogno di ricordare il nome della loro paladina, una Brooke Shields passata dal ruolo di enfant prodige a icona assoluta richiestissima da designer, registi e fotografi ‘di prima classe’. Anche la Madonna degli esordi esibiva un paio di sopracciglia spesse e scure, in contrasto con il biondo dei capelli, ed accentuò il dettaglio nel film Who’s that girl lanciando una moda dal successo internazionale  senza pari. Al giro di boa con il nuovo secolo, dopo un periodo che vide prevalere sfoltimenti dall’ estetista e il trionfo delle pinzette, le sopracciglia tornano importanti, si fanno notare e, soprattutto, si scuriscono quanto e dove possibile. La pioniera di questo look ha un solo nome: Cara Delevingne, modella, icona e it girl che con i suoi capelli platinati e un paio di sopracciglia massicce, allungate, sempre più scure di almeno due toni rispetto alla chioma, ha saputo crearsi un look inconfondibile, un ‘segno identificativo’ perfetto. Le sue sono sopracciglia dall’ effetto nature, ottenute -da quanto riportano i glossy – evitandone accuratamente la depilazione se non per eliminare qualche peluzzo di troppo e ‘fuori posto’ . Altri tips dell’iconica testimonial di Burberry, che rivela di adorare il Tinted Brow di Anastasia Beverly Hills, riguardano l’uso di un gel colorato e fissante, per definire la forma delle sopacciglia e mantenere quella tonalità intensa che tanto risalto dona allo sguardo. Chi volesse emularla, ha due ottimi assi nella manica a sua disposizione: il Brow Set di MAC e la frequentazione regolare dei Brow Bar di Benefit: un corner rintracciabile, qui in Italia, presso varie profumerie Sephora. La new wave delle sopracciglia folte ha contagiato anche la maggior parte dei designer, che si sono apprestati in gran numero a mandare in passerella modelle sulle quali i make up artist hanno usato le pinzette con estrema parsimonia. Icone di stile e look delle Fashion Week hanno contribuito, dunque, al nuovo boom delle sopracciglia spesse: un dettaglio che è ormai un must, parte integrante del look e imprescindibile tocco glamour che, alla ‘donna bambola’ in voga fino a ieri, sostituisce l’immagine di una lady volitiva e di carattere. D’altronde, tornando indietro nel tempo e ad esponenti  del sopracciglio folto come Audrey e Liz, non possiamo che convenire con la loro opzione. ‘La classe non è acqua’: e le due star hollywoodiane, di classe, ne avevano da vendere.

Buon lunedì.

 

Cara Delevingne

Dolce & Gabbana

Giorgio Armani

Kristina Ti

Alberta Ferretti

Roberto Cavalli

Una risposta a “Vintage & contemporary trends: le sopracciglia folte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *