Summer Details: un’estate dai toni rétro

Dior

 

Corpetti, , voluminose gonne longuette, foulard legato attorno al collo: sono molteplici, gli spunti stilistici anni ’50 diffusi nelle collezioni estive dei maggiori designer. Un tocco rétro pervade le tendenze della moda da tempo – vedi la collezione Primavera/Estate 2012 di Prada –  e la voglia di guardare al passato non accenna a diminuire, lo conferma palesemente anche il boom del vintage. I designer puntano sulla rielaborazione di silhouette d’antan, rivisitando soprattutto i caratteri distintivi legati alla femminilità-e ad un nuovo modo di esprimerla. Le ‘importanti’ gonne a fantasie floreali create da Raf Simons per Dior, i pantaloni Capri e le gonne a ruota di Rochas, gli abiti da sera sofisticatamente ispirati a forme e volumi Fifties di Oscar de la Renta, si alternano al vintage bon ton delle creazioni  Valentino, che abbinano pizzo, rétro e colori insoliti, e tracciano il percorso ‘a ritroso’ di Alice + Olivia. Un percorso condiviso anche da Dolce & Gabbana, la cui ‘sicilianità’ attinge spesso alle origini di un passato prossimo, e dalle suggestioni couture squisitamente raffinate di Ulyana Sergeenko, che solo indietro nel tempo riesce a cogliere quel quid in più di femminilità aggraziata che caratterizza tutto il suo stile. Ma  non è finita qui: a dimostrare che il trend rétro non rappresenta solamente una moda passeggera, le collezioni pre-Fall saranno pervase da un 50s mood profuso a man bassa: su tutte, quella firmata da Frida Giannini per Gucci rappresenta un esempio di rara bellezza e di eleganza nella sua quintessenza, definendo le coordinate di un look che mette le radici negli anni ’40 per poi far sbocciare nei ’50 tutto il suo sofisticato splendore. Ma torneremo alla collezione Gucci prestissimo, in uno dei prossimi post. Per il momento, ripercorriamo in una breve photogallery quanto propongono le tendenze estive al riguardo.

 

 

Valentino

Dolce & Gabbana

Oscar de la Renta

Rochas

Ulyana Sergeenko

Alice + Olivia

Gucci pre-Fall 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *