Impressioni di Settembre: Valentino o la quintessenza della ricercatezza

 

Una collezione all’ insegna di una ricercatezza tale da poter essere assimilata alla couture: l’ Autunno/Inverno di Valentino è la quintessenza del bon ton, di un’ eleganza sorprendente fatta di precise regole nelle forme e nei volumi, nei particolari, nei cromatismi, nello stile. Persino il make up e l’hairstyle hanno accompagnato egregiamente, in passerella, questi assiomi, proponendo un trucco nude look incorniciato da un’ unica treccia laterale e da un cerchietto nero per capelli, concedendosi al colore solo nello smalto rosso fuoco. L’ispirazione paga un tributo a Veermer ed ai pittori fiammighi, evidenziandone la tratteggiatura del quotidiano tramite un gioco di luci ed ombre, un atteggiamento, il senso del tutto dato dal dettaglio: è così che Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli hanno creato abiti dalle linee e dai colori decisi, netti, ben definiti, studiandone e diversificandone attentamente la struttura, le lunghezze e i materiali. Il volto, tavolozza bianca la cui luminosità viene esaltata da un colletto di pelle intagliata, da immacolate camicie dal collo alto e rigido, da scollature ampie e squadrate,  come in un ritratto di Veermer acquista il massimo risalto, tramutandosi nel punto focale della figura femminile. Anche i tessuti richiamano ad epoche d’antan, alternando broccato, tappeto, lana-seta, chiffon, pizzo, jais, organza, mohair, pelle e pelliccia. Tutta la collezione è pervasa da un’ intensa preziosità, evidente sia negli abiti che nei miniabiti dalle linee che ricadono dritte lungo il corpo oppure curve e svasate, accentuandosi in maxidress dal tessuto impalpabile, ricamati di arabeschi, che ricordano le porcellane di Delft. I colori, decisi, includono il rosso scarlatto, il blu elettrico, il nero, il bianco, il verde, il rosa e il giallo pastello, il grigio. Gli accessori donano un ulteriore tocco bon ton tramite scarpe che cingono la caviglia con un cinturino in vernice, borse a mano e pochette dalle dimensioni contenute  ornate di perle. L’ intera linea è caratterizzata da un lavoro di alta maestria creativa che evidenzia, ancora una volta, la squisita impronta che Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli sono riusciti a infondere a un marchio, come Valentino, appartenente alla più prestigiosa tradizione del Made in Italy: inventiva e ricercatezza estrema ne compongono le sue coordinate base.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *