New trends: Byblos e la fascia nera

 

La collezione Byblos Autunno/Inverno 2013/14 si è avvalsa di un carattere identificativo di forte impatto: un’ alta fascia nera per capelli a cingere la fronte. Il motivo della fascia, dunque, torna prepotentemente a imporsi e si pronostica persino, per la prossima stagione fredda, una sua possibile funzione sostitutiva del cappello.  La fascia è un accessorio che – soprattutto recentemente – veniva largamente adoperato per mantenere indietro i capelli e scoprire la fronte. Così la portavano le dive: Bardot, Cardinale e una sua fitta schiera di fan negli anni ’60.  Manuel Facchini (Direttore Creativo di Byblos), dal canto suo, ha scardinato completamente i vecchi assiomi conferendo alla fascia un valore e una versione completamente nuovi: in un palese riferimento agli anni ’70, infatti, la larga banda elastica nera si riappropria di caratteri e simbolismi che i giovani ‘figli dei fiori’ le avevano assegnato, ispirandosi al suo uso presso gli Indiani d’America o altri popoli esotici. Ma la fascia è anche collegata a una moda seguitissima negli anni ruggenti, uno degli accessori preferiti delle Flappers e venne rielaborata persino da Paul Poiret. Il modello alto e nero che Byblos propone risalta non solo per il suo carattere ornamentale ma per vestibilità, donando un tocco tutto speciale agli outfit – già definiti da ‘Ofelia gothic-rock‘ – dell’ intera collezione. In passerella  è stata abbinata a guanti ad altezza gomito in pelle nera, aumentando così l’ effetto total look. Ma la versatilità della fascia le permette di essere complementare ai look più svariati e ai più disparati accostamenti. Provare per credere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *