Milano Fashion Week: mi è piaciuto…Volume 2

Le mie impressioni sulle collezioni Primavera/Estate 2014 della Milan Fashion Week da poco conclusa, proseguono: di settimana in settimana, la mia scelta cade su quattro designer ed un outfit a testa selezionato dai loro Fashion Show.

Enjoy it!

DOLCE & GABBANA. Una collezione che incentra il suo leit motiv sulla Sicilia e sulla sua grecità riprendendo le colonne degli antichi templi e i rami dei mandorli in fiore di Segesta e Selinunte nelle stampe,  utilizzando al tempo stesso le monete d’antan per delineare accessori, motivi decorativi e tutta un’ iconografia legata al gold tanto caro al brand, il cui impatto viene ulteriormente accentuato da un profusione di pois: elementi concentrati all’ unisono nel look che ho scelto, quintessenza di classe, stile e femminilità inconfondibilmente griffati Dolce & Gabbana.


 

ROBERTO CAVALLI. Bianco ghiaccio, bagliori argentei e ricami per un’ affascinante Regina delle Nevi in versione estiva: sono i caratteri base dell’ outfit che ho selezionato dalla collezione di Roberto Cavalli, totalmente pervasa da una preziosità eterea e squisitamente fiabesca. Nuance come il bianco e nero si alternano allo splendore lunare del silver e alla delicatezza del rosa pastello e del verde menta adornandosi di perline, frange e incantevoli stole in pelo che danno vita a look suggestivi e ricchi di immaginifica inventiva.


 

DSQUARED2. Un abitino decisamente 50s oriented, favoloso anche nella scelta del nero che gli dona grinta e corposità. Dalla collezione Dsquared2, espressione di tutto il seduttivo mood di una novella pin up, ho selezionato un outfit che a mio parere ne evidenzia il quid di femminilità vagamente rétro. La Primavera/Estate del brand, focalizzandosi su una silhouette marcatamente sensuale, sugli adorni jewels e sulle suggestioni animalier, crea le coordinate di una nuova sensualità contemporanea che i riferimenti al passato enfatizzano e celebrano.


 

GUCCI. Frida Giannini mixa sportwear a reminescenze Art Déco in questa collezione che alla preziosità dei materiali e alle forme insolite, frequentemente Japan oriented, unisce un’ ispirazione artistica di spessore riprendendo sugli outfit i motivi delle illustrazioni di Ertè e tingendoli di una palette intensa e raffinata che accosta il viola, il rosso lacca, il nero a tocchi di silver, ruggine ed oro. Questo look cita vagamente le forme di un kimono, inserendosi a tutto tondo tra creazioni che assurgono le suggestioni Liberty e le trasparenze a simbolo ed espressione di caratteristiche peculiari e inconfondibili.

 

 

To be continued…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *