Milano Fashion Week: mi è piaciuto…Vol.10

Appuntamento del giovedì con le collezioni Primavera/Estate 2014 presentate in occasione della Milano Fashion Week. Andiamo a scoprire su quali designer è caduta la mia scelta questa settimana!

 

MOSCHINO. Dal défilè celebrativo dei 30 anni di vita del brand, ho scelto – dopo aver ristretto il campo tra un gran numero di outfit, tutti rappresentativi della genialità creativa di Franco Moschino – un capo iconico a cui sono legata da ricordi personali e che stavo, tempo fa,  effettivamente per acquistare: il cappotto con gli orsetti in peluche applicati, capolavoro dell’ Autunno/Inverno 1988/1989 che  assursi a cult dei miei anni universitari. Ironico, estroso, giocoso, questo look esprime in pieno lo stile Moschino mixando bizzarria e un pizzico di dissacrazione.

 

MISSONI. Guarda a Oriente Missoni, celebrando Paesi esotici e immaginari nelle forme, nei motivi decorativi, persino nei paesaggi ritratti sugli outfit. Dalla collezione ho selezionato una classica stampa rigata, caratteristica del brand, in una palette cromatica che include nuance come il fucsia, il viola, l’arancio – ricorrenti nella Primavera/Estate di Angela Missoni – applicandole a un modello che si ispira vagamente al sari e aderisce morbidamente al corpo in un connubo tra femminilità e comodità.

 

PAOLA FRANI. La Primavera/Estate di Paola Frani è un tripudio di sofisticata, femminile ricercatezza in cui prevalgono gli eco-materiali, i riferimenti all’ architettura botanica, i dettagli grafici uniti ad una silhouette sinuosa ed una profonda sartorialità, sia nei tagli che nella scelta dei materiali. Oltre che dagli abiti, un tocco di raffinata seduzione è stato donato, in passerella, dagli eleganti chignon adornati di coroncine floreali esibiti dalle modelle. Questo outfit, che mescola il nude a un più deciso nero, giostra sui tagli e sulle forme sottolineando gli orli in un abile gioco di sovrapposizioni. Un paio di hot pantsin black’ dona al look un twist di sensuale seduttività.

 

N.21. E’ un inno allo stravolgimento del canonico ‘vestir borghese’ la collezione di Alessandro Dell’ Acqua, che sovverte schemi scontati mixando stili e materiali a contrasto ed accostando menswear e womenswear in maniera quasi giocosa. Questo look ne è un esempio: la gonna in tulle e pietre dure viene abbinata ‘a sorpresa’ ad una camicia maschile a mezze maniche e a un minipull che riprende i medesimi motivi decorativi della gonna. L’ accostamento di blu e nero viene smorzato dal celeste confetto della blusa che si intravede sotto il pull: ma nel match ‘maschile/femminile’ sono i raffinati sandali dal tacco alto a riequilbrare il tutto, riportando l’ ago della bilancia a pendere decisamente a favore del femminile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *