Modern Witches

 

” La vita, a voler che sia bella, a voler che sia gaja, a voler che sia vita, dev’essere un arcobaleno, – una tavolozza con tutti i colori, – un sabbato dove ballano tutte le streghe. Il sollazzo e la noja, il pianto e il riso, la ragione e il delirio, tutti devono avere un biglietto per questo festino.”

(Carlo Bini)

Un’ iconografia millenaria ce le mostra mentre volano su una scopa, intente nel Sabba o in rituali iniziatici sotto il noce di Benevento. Le streghe sono sempre state descritte come entità malefiche, adepte di Satana e dedite alla pratica della magia. Tra il 1450 e il 1750 furono circa 100.000 le donne arse sul rogo con l’accusa di stregoneria; nel 1487 fu addirittura redatto un manuale – il “Malleus Maleficarum” – che disquisiva sui modi in cui reprimere manifestazioni demoniache quali appunto la stregoneria, ma anche il paganesimo e l’eresia. All’ isteria di massa associata alla “caccia alle streghe”, oggi, si è sostituita la spiritualità New Age e soprattutto la Wicca, un’ antica religione di tipo misterico, che ha sovvertito il classico stereotipo della strega evidenziando la positività e gli intenti benefici da sempre insiti nelle figure della guaritrice, della divinatrice e in tutte coloro che sono dotate di un “dono”, ovvero di poteri esoterici e soprannaturali. L’ era contemporanea, poi, ha fatto sì che si instaurasse un intreccio tra questo tipo di magia giovevole e temi quali l’ ambientalismo, il movimento femminista (ricordate lo slogan “Tremate, le streghe son tornate”?), la liberazione sessuale. Chi è, quindi, la strega del 2020? Innanzitutto è una donna indipendente, emancipata, capace di brillare di luce propria. Non ama essere incasellata in cliché: vuole essere se stessa, con i suoi pregi e i suoi difetti. Adora esprimere le proprie abilità creative e mettersi in gioco in tutti i ruoli senza perdere la femminilità. Cura l’ anima, oltre che il corpo; si sente un tutt’uno con il cosmo, crede nel divino e si adopera per la salvaguardia dell’ ambiente. Lascia a briglia sciolta l’intuito, le sensazioni, il sesto senso. Esterna liberamente le sue emozioni perchè sa bene come gestirle. E soprattutto, consapevole della nuova e più autentica accezione che ha assunto questo termine…non teme di essere considerata una “strega”. Qui di seguito, in linea con il viaggio verso Halloween di VALIUM, una carrellata di look in black che sembrano creati apposta per una “strega moderna”.

 

Vera Wang

Paco Rabanne

 

Yohji Yamamoto

Alexander McQueen

 

Dolce & Gabbana

Erdem

Anna Sui

 

Dior

 

Versace

Andreas Kronthaler for Vivienne Westwood

 

Isabel Marant

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *