“Le Lion de Chanel”, il Leone da emblema a essenza olfattiva di Mademoiselle Coco

 

Nata il 19 Agosto 1883, Gabrielle Chanel apparteneva al segno zodiacale del Leone. E del Leone era l’ incarnazione perfetta: “Come un leone”, era solita dire, “sfodero gli artigli per evitare che gli altri mi feriscano. Eppure, per me è più doloroso graffiare che essere graffiata.” Istintiva, risoluta, audace, Gabrielle seppe riscattarsi da un’ infanzia segnata dalla povertà e dalla ferita dell’ abbandono. Il Leone, emblema della forza, non poteva che diventare il suo stesso emblema. Lo tramutò in un feticcio, in un portafortuna. In un oggetto da collezione che adornava – in svariate forme e materiali – l’ appartamento in rue Cambon 31 dove viveva, ma ne fece anche il leitmotiv della gioielleria e della moda Chanel. Ricorreva sui bottoni dei tailleur, sulle cinture, sulle borse, sui bijoux…Oltre che al rimando astrologico, il motivo ispiratore del Leone è associato a un episodio ben preciso nella vita di Mademoiselle: quando Boy Capel, il suo grande amore, morì in un incidente stradale nel 1919, Gabrielle si rifugiò a Venezia per trovare sollievo dal dolore. Fu qui che, casualmente, il suo segno zodiacale e il simbolo della città lagunare si incrociarono e si fusero per sempre. Il Leone di San Marco, che nella Serenissima compare ovunque, diede nuova linfa all’ ispirazione di Coco Chanel; ammantò di un senso di rinascita e di suprema bellezza il significato che il Leone rivestiva per lei. Oggi, il Leone riappare sotto forma di fragranza: la più recente della collezione Les Exclusifs de Chanel.

 

 

Le Lion de Chanel, creato dal naso Olivier Polge, è un’ Eau de Parfum dall’ imprinting intenso e sensuale. Esordisce con note di Limone e Bergamotto prima di immergersi in un inebriante cuore di Ambra e cuoio del Labdano. Il fondo amalgama sapientemente il Sandalo, il Patchouli, il Muschio e la Vaniglia del Madagascar, che donano un tocco avvolgente al jus esaltandone la maestosità raffinata. Un secolo dopo dal viaggio a Venezia di Mademoiselle, il Leone torna a ruggire. E ad esprimere, stavolta olfattivamente, la personalità forte e passionale di una donna la cui vita è già leggenda: Gabrielle Bonheur, detta “Coco”, Chanel.

Le Lion de Chanel è disponibile nei formati da 75 e da 200 ml

 

 

Il Leone alato simbolo di San Marco, a Venezia

 

Foto di Coco Chanel (“Coco Chanel, 1936”) via Laura Loveday from Flickr, CC BY-NC-SA 2.0

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *