Birds of a Feather: la collezione make up AI 2021/22 di Dior è un tributo cromatico all’ Autunno e al sontuoso piumaggio dei volatili

 

Sapevate che a fine Settembre il pavone entra nella fase di muta, perde cioè tutte le sue variopinte piume? Ricresceranno ad Aprile ancora più spettacolari. E’ proprio a quel piumaggio mozzafiato che si è ispirato Peter Philips, Direttore Creativo e dell’ Immagine del Make Up Dior, per la creazione della collezione make up Autunno Inverno 2021/22 della Maison: finish duocromatici, colori cangianti, effetti iridescenti, tonalità complementari e favolosamente autunnali fanno da leitmotiv a Birds of a Feather, come è stata battezzata la linea. Philips fa riferimento al pavone, ma anche ai sontuosi uccelli esotici e alle loro sbalorditive piume. Il risultato sono prodotti all’ insegna di innumerevoli riflessi e combinazioni cromatiche, che donano versatilità alla collezione permettendole di dar vita a look, di volta in volta, sensuali, naturali o potentemente scenografici. Tra le tonalità predominanti troviamo il verde, il beige, il rosa, il rame, il bordeaux, l’oro, il grigio platino e il blu pavone. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio i prodotti della collezione…

 

5 COULEURS COUTURE – Edizione Limitata

 

 

Gli ombretti dell’ iconica palette 5 Couleurs Couture esibiscono il raffinatissimo motivo di piume che condividono con il blush di Birds of a Feather. Le armonie cromatiche proposte sono due, entrambe inneggianti alla stagione appena arrivata e alle iridescenze del piumaggio dei volatili; ad accomunarle è anche una texture cremosa che esalta e intensifica i loro colori, caricandoli di un profondo magnetismo. La palette Night Bird è dedicata alle ore serali, Early Bird a quelle diurne. La consistenza degli ombretti fa sì che si fondano con la palpebra in modo ottimale, mantenendosi inalterati a lungo e scongiurando grinze o sbavature. Applicate con la punta delle dita, le cromie si intensificano ulteriormente: diventano polvere impalpabile dalle tonalità accesissime. Il finish, declinato in quattro differenti versioni, evidenzia giochi di luce ed effetti cromatici straordinari; finiture metallizzate, mat, illuminanti e bicromatiche convivono felicemente. Nella foto qui sopra, potete ammirare le due palette. A sinistra 659 Early Bird,  che include un’ armonia di marrone, rosa e beige. I suoi colori sono il rame, il bordeaux, il grigio platino, il violetto e il rosa platinato. A destra 459 Night Bird, composta da cromie iridescenti che ruotano attorno all’ oro, all’ arancio e al verde. Le cinque tonalità che sfoggia comprendono il verde oliva, il verde scarabeo, un blu pavone chiaro, l’oro e un rosa caldo, intriso di sfumature aranciate.

 

ROUGE GRAPHIST

 

 

Anche le labbra si accendono di tonalità affascinanti. Peter Philips ha puntato su un rossetto a matita, Rouge Graphist, per delineare la forma della bocca con estrema precisione e per riempire le labbra di colore intenso. La modalità stylo è comoda, pratica e ad alto tasso di comfort; permette di contornare e tingere le labbra con un unico gesto. Il make up ne guadagna in precisione, ma anche in durata: Rouge Graphist, grazie al finish mat coniugato con tonalità luminose, rimane intatto per ore e può essere utilizzato anche per i ritocchi “on the go”. Il finish opaco viene “ammorbidito” dalla texture cremosa, che impedisce al rossetto di seccare le labbra e provocare screpolature. Le nuance in cui Rouge Graphist viene declinato sono quattro, tutte sature e vibranti: 999 Shout It (un rosso vivo), 784 Draw It (un profondo bordeaux), 474 Write It (un rosa magnetico) e 824 Tag It (un beige dalla gradazione decisa).

 

ROUGE BLUSH – Edizione Limitata

 

 

Rouge Blush, il blush cult di Dior, con l’arrivo dell’ autunno sfoggia due shade inedite e decisamente speciali. Come quelle che contraddistinguono il prodotto sono intense, ultra pigmentate, a lunga tenuta e ad effetto bonne-mine; la loro texture ha la leggerezza di una piuma, ma quando si posa sulla pelle si amalgama ad essa immediatamente. Le nuove tonalità di Rouge Blush non passano inosservate: 462 Coral Flight è un corallo dalla gradazione pop, 468 Nude Glide un talpa che vira al rosa. Il blush, inoltre, viene impreziosito dal motivo che riproduce le piume dei volatili presente nelle palette 5 Couleurs Couture della collezione.

 

DIOR VERNIS – Edizione Limitata

 

 

Quando ho visto le nuance di cui si tinge Dior Vernis in Birds of  a Feather, vi giuro, il colpo di fulmine è scoccato all’ istante. Si tratta di tre sfumature iridescenti, bicromatiche, che danno origine ad ammalianti riflessi multicolor: 811 Wild Wings è un melanzana pervaso da shade di verde e di giallo, 812 Early Bird un platino intriso di tonalità rosate e 814 Night Bird un enigmatico verde oro. La formula degli smalti si avvale delle resine gel coat in connubio con un tecnopolimero, il che li rende straordinariamente fluidi e brillanti. Il silicio non minerale contenuto in Dior Vernis rinforza l’unghia, mentre il tecnopolimero consente una fusione totale di quest’ ultima con il prodotto: la lunga tenuta è assicurata, favorita anche dal finish effetto gel.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.