City of Stars di Louis Vuitton: il profumo di Los Angeles dal crepuscolo fino all’ alba

 

Los Angeles, la città delle stelle. Dove dire “stelle” ha molteplici accezioni: “stelle” sono le star cinematografiche, le targhe con le impronte delle celebrity sui marciapiedi dell’ Hollywood Boulevard, gli astri che brillano nel cielo fulgido di una metropoli in cui è sempre estate. Le stelle, a Los Angeles, scintillano da ogni parte la si guardi. Non è un caso che Jacques Cavallier Belletrud, Maestro Profumiere di Louis Vuitton, abbia battezzato City of Stars la nuova fragranza unisex che ha creato per la Maison. Belletrud si è ispirato alla “città degli angeli”, rievocandone le luci, le tonalità, gli odori, nel lasso di tempo che dal crepuscolo conduce alla notte e infine all’ alba. Al calar della sera, la metropoli si impregna di magia. Le luci sfavillano a miriadi sullo sconfinato paesaggio urbano, le palme si stagliano contro un cielo che fonde ammalianti nuance: il rosa, l’arancio, il viola…L’ afa immobilizza l’aria e sfuma in aloni i colori delle insegne al neon. L’ imprinting olfattivo di quei momenti è indimenticabile: un vivace sentore di agrumi rende frizzante l’atmosfera, si insinua nei viali in cui impazza una festa perenne, sottolinea l’ inconfondibile mix di lusso ed eccentricità. L’ aroma della notte, invece, è irresistibilmente sensuale. Avviluppa nel suo abbraccio avvolgente, inneggia a una voluttuosità esaltata da legni e muschi. Quando spunta l’alba, l’ intensità dei profumi si stempera come un incantesimo appena svanito.

 

 

In City of Stars, Belletrud ricrea questo panorama olfattivo tramite note di testa che includono il Lime, il Bergamotto, l’ Arancia Rossa, il Limone e il Mandarino Rosso; il cuore del profumo si avvale di un accordo di Tiaré, mentre il fondo evidenzia un amalgama di Muschio, Legno di Sandalo e accenti talcati. Ne risulta una fragranza evocativa e affascinante, un delizioso omaggio alla città del cinema: e dato che a Hollywood tutti  sogni diventano realtà, City of Stars non può che concentrare l’incanto di una promessa che è ormai leggenda.

 

 

City of Stars è disponibile nei formati da 100 e 200 ml ed è ricaricabile presso le boutique Vuitton contenenti le fontane di profumo.

City of Stars insieme alle altre fragranze a tema “californiano” di Louis Vuitton: California Dream, Afternoon Swim e On the Beach.

Valentino Born in Roma Coral Fantasy: l’irresistibile fascino di un tramonto romano concentrato in una fragranza

 

Un tramonto di Primavera a Roma: il cielo si tinge di una nuance corallo che a poco a poco acquista intensità, come se persino il calar del sole riflettesse l’ esuberanza della Città Eterna. Striature di rosa, viola e indaco impreziosiscono il suggestivo spettacolo, unico nel suo genere in quanto a bellezza e a maestosità. Non è un caso che il tramonto della Capitale sia considerato, da sempre, una delle sue molteplici attrattive; sembra instaurare un contatto con il cosmo, inglobare l’anima nell’ infinito. La Maison Valentino, che intrattiene un legame molto forte con le sue radici romane, ha omaggiato quegli attimi d’incanto con la nuova edizione dell’ iconica fragranza Born in Roma: Born in Roma Coral Fantasy è un’ Eau de Parfum floreal-fruttata imperniata su un connubio di kiwi oro rosa e una super infusione di gelsomino. Il kiwi, luminoso e vibrante, introduce il jus con accenti di straordinaria radiosità. Le note di cuore, che abbinano la super infusione di gelsomino indiano ad accordi di rosa, danno vita a un bouquet sontuoso al pari dell’ Haute Couture di Valentino. L’ impronta olfattiva del fondo si avvale di una magnetica combinazione di muschi ed assoluta di semi di ambretta: è morbida, ipnotica, avvolgente.

 

 

Anche Coral Fantasy, come tutte le edizioni di Born in Roma, è racchiuso in un flacone che riproduce il pattern Rockstud; il tipico motivo scolpito sui palazzi storici è diventato un ornamento signature di Valentino e ribadisce il suo senso di appartenenza alla Città Eterna. Un tripudio di borchie piramidali adorna il flacone completamente tinto di corallo: corallo come i tramonti di Roma, corallo come l’ incanto, l’ energia, l’ armonia cosmica che si instaura nei magici momenti che precedono il crepuscolo e seguono la “golden hour”.

 

 

Il packaging del profumo, sulla falsariga del flacone, è in total color corallo salvo un’ etichetta nera che riporta il nome della Maison. Born in Roma Coral Fantasy si declina in una doppia versione, For Her e For Him. Nella variante dedicata all’Uomo spicca un accordo agrumato-speziato di bergamotto ed essenza di cardamomo.

 

 

La advertising campaign della fragranza vede protagonisti i celebri testimonial di Born in Roma, Adut Akech e Anwar Hadid. Entrambi incarnano la quintessenza degli Aristopunk: il termine, coniato da Pierpaolo Piccioli, identifica i giovani romani che subiscono il fascino di una città imponente, sontuosa, grondante di storia, ma al tempo stesso esprimono un pensiero innovativo che valorizza le differenze e inneggia alla libertà. Negli Aristopunk, riverenza e irriverenza collidono per poi incastrarsi a vicenda. Rappresentano due facce della stessa medaglia, l’ amore per Roma, che combina la magnificenza secolare con l’ emancipazione, l’audacia, l’apertura mentale associate alla contemporaneità. Adut Akech e Anwar Hadid, nella campagna pubblicitaria di Born in Roma Coral Fantasy, si incontrano al tramonto davanti alla fontana dell’ Acqua Paola (il famoso “fontanone” citato da Antonello Venditti in “Roma Capoccia”). Lei arriva in moto, indossando un vaporoso abito color corallo di Valentino Haute Couture, lui la aspetta accanto al monumento. Tra i due inizia un gioco di sguardi; flirtano lanciandosi occhiate ammiccanti, intrecciano una danza di gesti intorno alle antiche statue. L’ atmosfera che si respira è solenne, ma profondamente intrigante. La sensualità è palpabile, travolgente e raffinata a un tempo. Sorprende, rapisce, mozza il fiato…sprigionando un alone di mistero irresistibile. Proprio come Roma. Proprio come un tramonto romano.

Born in Roma Coral Fantasy è disponibile nei formati da 30, 50 e 100 ml

 

Cherry Blossom Millésime 2022 di Guerlain: tutto l’incanto dell’Hanami in un’iconica fragranza e nella sua parure Couture

 

La Primavera, in Giappone, è tempo di Hanami. Per saperne di più su questo incantevole rito collettivo, vi invito a leggere (o a rileggere) qui l’articolo che VALIUM gli ha dedicato. Tra le tante tradizioni associate all’ arrivo della bella stagione, l’ Hanami è senza dubbio la più affascinante: condividere gli scenari di pura bellezza offerti dai ciliegi in fiore rigenera l’ anima e apre il cuore. La contemplazione dei sakura è una festa vera e propria. Ci si ritrova, ci si riunisce, si organizzano picnic e piccoli concerti sotto le chiome fiorite…tutto diviene poesia e meraviglia. Non stupisce che anche Guerlain abbia voluto celebrare l’ Hanami: Cherry Blossom, l’ esclusiva fragranza che ha creato in suo onore, in occasione dell’ edizione Millésime 2022 è stata prodotta in 2605 esemplari numerati. Racchiusa in un’ iconico flacone Api della Maison, Cherry Blossom 2022 ne sfoggia una versione inedita e più che mai preziosa. Va ricordato che il flacone signature di Guerlain ha una storia antichissima. Risale nientemeno che al 1853, quando la vetreria Pochet & du Courval lo realizzò per l’ Eau de Cologne Impériale che la griffe destinò all’ Imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III. La fragranza, che valse a Pierre-François Pascal Guerlain il titolo di “Parfumeur di Sua Maestà”, era custodita in un flacone ornato da 69 api dorate: un emblema dell’ Impero, ma anche delle celebri “Eaux” di Guerlain. A tutt’ oggi, le api e i fregi dell lussuosa boccetta vengono dorati a mano attraverso la tecnica utilizzata due secoli orsono; ne esistono due varianti, “Api bianche” e “Api d’oro”. Proprio sulle api, inoltre, si incentra un’ importante causa abbracciata da Guerlain. La Maison è impegnata ormai da tempo nella preservazione della biodiversità, e ha messo a punto lo speciale progetto “Guerlain For Bees Conservation Programme” per la salvaguardia delle api. Tornando a Cherry Blossom, l’ edizione Millésime 2022 dell’ eterea Eau de Toilette creata nel 2000 da Jean-Paul Guerlain ha tutte le carte in regola per lasciarci senza fiato.

 

 

La parure del flacone è stata appositamente ideata dall’ atelier de broderie Kyoko Création di Parigi. Kyoko Sugiura, l’ artista giapponese fondatrice dell’ atelier, padroneggia abilmente l’ arte del ricamo con fili di seta del Sol Levante e le tecniche europee di ricamo per l’ Alta Moda. Nell’ atelier, a cui ha dato vita nel 2012, realizza creazioni finissime rigorosamente fatte a mano, autentici capolavori artistici che combinano i materiali e il savoir faire di due culture differenti, ma unite dal gusto del bello.  Al nuovo look di Cherry Blossom ha lavorato un gruppo di 18 donne giapponesi selezionate personalmente da Kyoko Sugiura. Il team comprendeva ricamatrici professioniste così come insegnanti, artiste, impiegate e così via. La varietà dei background si è rivelata un valore aggiunto che ha donato slancio al progetto; l’ ispirazione attingeva ai fiori di ciliegio al chiaro di luna, un motivo che ricorre in innumerevoli “haiku”. La notte conferisce ai sakura dei magici riflessi, le loro cromie si tramutano in preziosi chiaroscuri. Se di giorno predominano il rosa o il bianco, il buio e i tenui bagliori lunari tingono i petali di oro, nero e sfumature candide.

 

 

La concretizzazione di questo spunto è una piccola opera d’arte: avvalendosi delle tecniche del ricamo di Alta Moda, le donne partecipanti al progetto hanno realizzato una serie di fiori in simil pelle ornati da molteplici perle ricamate.

 

 

La parure esprime alla perfezione lo spirito della fragranza, nata per concentrare in sè tutte le suggestioni dell’ Hanami. L’alchimia olfattiva che rievoca questo ammaliante rituale include il Bergamotto, solare, fuso con accordi di Tè verde in omaggio all’ antichissima cerimonia del tè, e un tripudio di note floreali: i Fiori di Ciliegio, il Gelsomino e il Lillà cipriato compongono una triade di aromi soavi. Il fondo di Muschi Bianchi accentua l’ incanto del jus, diffondendone l’essenza con una scia inebriante. 

 

 

Cherry Blossom Millésime 2022 è disponibile in versione Eau de Toilette nell’ unico formato da 145 ml.

 

 

Prima Neve di Wally 25: tutto il profumo di una magica giornata invernale

 

La scoperta di fragranze evocative, su VALIUM, è un leitmotiv che si rinnova a ogni stagione. E non potrebbe esistere un profumo migliore di Prima Neve per rappresentare l’ Inverno: il suo nome è significativo. Questa Eau de Parfum di Wally 1925, appartenente alla collezione Profumeria Toscana, concentra in sè l’ atmosfera incantata, fiabesca e nordica che accompagna, appunto, la prima neve. Come tutte le fragranze della collezione, sfoggia un formato unico da 100 ml e una raffinatezza che rimanda alla prestigiosa tradizione della profumeria artistica toscana. Ogni jus, infatti, è composto per oltre il 15% da oli essenziali estratti da piante come l’ Arancio, l’ Eucalipto, l’ Iris, il Geranio, il Basilico, il Limone, il Cipresso, il Timo Rosso, la Menta, il Prezzemolo, il Limone…Un novero di aromi squisitamente mediterranei e tipici della regione che diede i natali a Dante. Profumeria Toscana è una delle collezioni di punta di Wally 1925, il cui nome cita l’ anno di fondazione del marchio. Nato a Prato ad opera di Niccola Niccolai, il brand sorse iniziamente come Industria Chimina Pratese Colori e Affini. Entrò nel mondo delle fragranze dopo qualche mese, quando Niccolai rilevò una rinomata profumeria-officina di Firenze: la Wally. Con il passar del tempo, mantenendo un imprinting rigorosamente familiare, l’azienda passò nelle mani di Rolando Romano che nel 2017 ne divenne il titolare. Wally 1925 è oggi un marchio leader nei settori della profumeria artistica e delle profumazioni per l’ ambiente. La sua offerta si è arricchita di linee beauty per il viso e per il corpo, affiancate a fragranze esclusive e fortemente originali. Le collezioni che propone sono preziose, di nicchia. L’ ispirazione attinge ad epoche e a culture antiche: riferimenti all’ Umanesimo, all’ Illuminismo e al sapere Rinascimentale si fondono con accenti esoterici che di frequente appaiono, sotto forma di simboli, sui curatissimi packaging dei prodotti.

 

 

 

La collezione Profumeria Toscana annovera Eau de Parfum dai nomi altamente evocativi: Brezza Marina, Fiorile, Le Maremme, Memorabilia, Meriggi e Prima Neve. Quest’ ultima, travolge con il suo fascino fresco e luminoso. La scia olfattiva che sprigiona trascina in un turbine di cristalli di ghiaccio, rievocando l’ aria pungente dell’ Inverno e le sembianze oniriche dei paesaggi ricoperti di neve. A ricreare questa magia è un sfarzoso mix di ingredienti: note di testa quali il Mandarino d’ Italia, la Litsea Cubeba, il Limone di Sicilia e l’ Arancio del Brasile si coniugano con un cuore legnoso a base di Gelsomino d’Egitto e Legno di Cedro del Texas. Il fondo, luccicante e floreale, combina accordi di Muschio Bianco, Ambra e Vetyver di Haiti. Il risultato? Una fragranza must have che immerge in un mood magnificamente invernale.

 

Tre fragranze preziose (e nuovissime) per Capodanno

 

Capodanno è già qui e quasi non ce ne siamo accorti. Celebriamolo con tutti e cinque i sensi: la vista, esibendo un look meraviglioso; l’udito, ascoltando la musica che più ci invita a festeggiare; il gusto, abbinando una cena deliziosa a un pregiato champagne con cui brindare; il tatto, accarezzando i velluti e le sete di allestimenti speciali; l’olfatto, indossando fragranze opulente appena arrivate in profumeria. Ve ne propongo tre, tutte ammalianti e luminose come richiede il periodo.

 

Le Parfum Lumière di Elie Saab

 

 

Le Parfum Lumière di Elie Saab ha un nome potentemente evocativo: è una Eau de Parfum che emana luce e fa brillare chi la indossa. Sfolgorante, sensuale e iper femminile, sfoggia un flacone sfaccettato come una pietra preziosa. L’ oro è il suo colore, un concentrato di splendenti bagliori. Ideata dal naso Francis Kurkdjian, la fragranza si avvale di note di testa che includono il fiore d’arancio, il mandarino e l’ ylang ylang giallo, note di cuore composte da un bouquet di gelsomino Sambac, gardenia e tuberosa e note di fondo che risaltano accordi di legni, patchouli, ambra e muschio. Le Parfum Lumière, chic e sfarzoso come la Couture di Elie Saab, potrebbe essere definito la Eau de Parfum signature del designer libanese.  E’ disponibile in un formato unico da 90 ml.

 

 

Flowerbomb Ruby Orchid di Viktor & Rolf

 

 

La nuovissima edizione di Flowerbomb, iconica fragranza di Viktor & Rolf, è seducente e voluttuosa; non è un caso che si ispiri al mondo del Burlesque. Sprigiona un magnetismo carnale, potentemente erotico. La donna che la indossa è provocante, glamourous e molto sicura di sè. Il naso Domitille Michalon Bertier l’ha creata pensando ad una “femme fatale” costantemente al centro dell’ attenzione. Flowerbomb Ruby Orchid è imperniata su due ingredienti base: l’ orchidea rubino e il baccello di vaniglia red foxy. La prima rappresenta la nota di cuore del profumo, il secondo quella di fondo. Le note di testa, invece, esaltano un accordo di pesca e vite. L’ Eau de Parfum color rubino di Viktor & Rolf è declinata nei formati da 30, 50 e 100 ml.

 

 

The One Gold di Dolce & Gabbana

The One, fragranza cult di Dolce & Gabbana, si veste d’oro puro e diventa The One Gold. Il duo creativo la dedica a una donna radiosa, indipendente, carismatica, che non teme di esprimere la sua unicità. Una donna che sprigiona fascino e irradia attorno a sè la propria luce interiore. Dolce & Gabbana omaggiano la loro musa con una Eau de Parfum Intense che è la quintessenza del lusso: il flacone ricalca il design di The One, ma viene completamente ricoperto da una laccatura metallica color oro. La fragranza, pensata dal naso Violaine Collas, è inebriante e gourmande. Le note di testa abbinano un mix fruttato di mandarino italiano e prugna matura alle note speziate del pepe rosa, mentre il cuore, prettamente floreale, è composto da luminosi accordi di superessence di rosa, mughetto e gelsomino. Il fondo, sensuale, combina l’ intensità del patchouli ai muschi bianchi e a dolci accenti di vaniglia. The One Gold è acquistabile nei due formati da 50 e 75 ml.

Suit of Lights, la nuova melodia olfattiva di Jusbox Perfumes

 

Un profumo può anche essere musica. La sua scia olfattiva è in grado di evocare ricordi, atmosfere, sensazioni…di parlare ai vostri sensi come le note musicali, appunto, sono in grado di fare. Ho il piacere di presentarvi Suit of Lights, la nuovissima fragranza di Jusbox Perfumes: e se pensate che il nome del brand sia tutto un programma, concordo con voi. Jusbox Perfumes è un marchio che ha assurto la seconda arte a musa ispiratrice. Dall’ incontro tra profumo e suono scaturisce un mix irresistibile, composto da emozioni pure; entrambi hanno un potere evocativo immenso, quello di suscitare (oltre che far riaffiorare) stati d’animo. Ci fanno viaggiare nel tempo coinvolgendo cuore e mente, dialogando con noi attraverso un vastissimo alfabeto emotivo. Non è un caso che, sia relativamente al suono che alla musica, si parli di “note”: note musicali e note olfattive hanno lo scopo comune di generare armonie. Ecco perchè Jusbox Perfumes, il marchio fondato nel 2016 da Chiara e Andrea Valdo, ha scelto di ricondurre alle icone e ai generi musicali ogni sua fragranza. Tramite i profumi celebra artisti e melodie innovative, che hanno aperto un varco alla sperimentazione o hanno tracciato impronte rimaste indelebili nel tempo. Questo spirito si riflette persino nel packaging dei prodotti. Tutte le fragranze di Jusbox Perfumes, innanzitutto, vantano un formato da 78 ml: un numero che omaggia il primo disco fonografico, quello a 78 giri. Il tappo, piatto e tondeggiante, ha la forma di un vinile. Il cofanetto in cui è racchiuso il profumo rievoca, invece, la classica confezione di un CD; al suo interno contiene un booklet che racconta la fragranza e i suoi motivi ispiratori. La produzione Made in Italy valorizza ulteriormente questo tributo ai sensi dell’ olfatto e dell’ udito. E se il secondo dei due non è chiamato in causa direttamente, si unisce al primo tramite un legame indissolubile. Perchè nel mondo di Jusbox Perfumes la musica ha un ruolo preponderante, fondamentale. Tutto nasce da lì, e viene poi rielaborato dai “nasi” più prestigiosi al mondo. Qualche nome? Dominique Ropion, Antoine Lie e così via. Materie prime ricercatissime, tecniche di estrazione all’ avanguardia e una produzione all’ insegna dell’ eco-sostenibile sono la triade vincente del brand, le cui fragranze prendono vita nel rinomato Laboratorio LMR di Grasse: intensi e indimenticabili, i jus e i relativi packaging rappresentano una vera e propria ode ai valori di Jusbox Perfumes.

 

 

E’ arrivato il momento di scoprire Suit of Lights, la nuovissima creazione del brand. L’ ispirazione affonda le sue radici in un tripudio di luci, strass e paillettes, in un ritmo incalzante che si fonde con i fluidi passi del “moonwalking”. Avete già capito, immagino, di chi sto parlando: ci troviamo a Pasadena, e sul palco del Civic Auditorium si esibisce Michael Jackson, l’ indimenticato Re del Pop. Era il 25 Marzo del 1983 quando Jackson, durante una performance entrata nella storia, “camminò sulla luna” per la prima volta. Il pubblico esplose in un’ ovazione, in una pioggia di applausi ininterrotti. La stampa paragonò quei momenti ad un’autentica “bomba di emozione”: la gente piangeva di gioia, abbracci commossi si susseguivano uno dopo l’altro. Michael Jackson, sfoggiando un look che comprendeva una giacca nera tempestata di paillettes, una camicia con lustrini argento e un guanto bianco cosparso di strass, aveva catturato l’audience grazie alla magia della sua “luce”, della sua leggendaria esibizione. Suit of Lights celebra quei momenti, una performance che valse a Jackson l’ appellativo di “King of Pop”, e li concentra in una fragranza che sprigiona adrenalina pura.

 

 

Il maestro profumiere Julien Rasquinet li rende ancora più pregnanti olfattivamente, ancora più d’impatto, traducendoli in un extrait de parfum inebriante e persistente a un tempo: 78 ml di vibranti accordi funky composti da note di olio di mandarino e foglie di viola abbinate a un caprifoglio molto “soul”. L’ intensità di una combinazione di legno di sandalo, cedro e muschi fa da sfondo a un’ assoluta di arancio e gelsomino Sambac LMR che, mixandosi con accenti di fresia e di geranio, costituisce il cuore della fragranza. Tra i movimenti del corpo e il ritmo dell’ anima si instaura una sintonia perfetta, grondante di luci e di emozioni. Per esaltare questo straordinario amalgama, il flacone cangiante di Suit of Lights si avvale di un tappo preziosamente adornato di un cristallo Swarovski: un inno allo scintillio e alla brillantezza, all’ indimenticabile atmosfera che aleggiava nel Pasadena Civic Auditorium il 25 Marzo dell’ ’83. Anche il packaging del profumo rievoca la storica performance del Re del Pop. Colori iridescenti e innumerevoli riflessi la fanno da padroni, immortalando la magia di quegli istanti. Ma non è finita qui. Nel sito di Jusbox Perfumes, ad ogni fragranza corrisponde una playlist; quella di Suit of Light è contraddistinta da celeberrime hit di Michael Jackson come “Billie Jean”, “Don’t Stop ‘Til You Get Enough”, “Beat It”, “Thriller” e “Liberian Girl”, affiancate però anche da brani di altri artisti. Compaiono, ad esempio, noti pezzi di Rod Stewart, Mariah Carey, Bon Jovi e persino dei Beatles, il che indica la volontà di forgiare a 360 gradi l’ imprinting identificativo – oltre che evocativo – del profumo: un ulteriore, geniale indizio che arricchisce il progetto del brand.

 

 

A proposito di musica e della magia che risveglia nel nostro animo: rimanete sintonizzati su VALIUM, perchè in questo mese di Novembre vi regalerà molte sorprese a tema…

 

Replica Autumn Vibes di Maison Margiela: l’aroma e le atmosfere di un bosco autunnale

 

L’ Autunno sta diventando un vero e proprio filo conduttore dei contenuti di VALIUM. Bene: è arrivato il momento di celebrare la terza stagione dell’anno anche a livello olfattivo. “Autumn Vibes”, la nuova Eau de Toilette della collezione Replica di Maison Margiela, mi sembra la fragranza perfetta per questo scopo. Il suo nome è indicativo, evocativo al pari del suo aroma. Perchè “Autumn Vibes”, come tutti i profumi della linea Replica, racconta innanzitutto un’ atmosfera. Immaginate di assaporare dei momenti di evasione in un bosco autunnale, calpestando tappeti di foglie morte e percorrendo sentieri costeggiati da alberi millenari; tra i cespugli spuntano bacche dai colori intensi, l’ aria pungente vi sferza il viso. Il silenzio, di tanto in tanto, viene interrotto dal cinguettio degli uccelli e dallo scricchiolio del fogliame secco sotto i vostri piedi. Sono attimi di incanto, in cui la contemplazione della natura si accompagna al sentirsi un tutt’uno con essa. Le splendide tonalità della foresta, la metamorfosi a cui si sottopone la vegetazione, irradiano un fascino irresistibile, difficile da descrivere a parole. L’ Autunno è la stagione del mutamento: la natura si addormenta in attesa del risveglio che coinciderà con un nuovo ciclo produttivo. Ma anche così, mentre si accinge a immergersi nel suo torpore, non cessa di emanare meraviglia e suscitare stupore. L’ aroma di “Autumn Vibes” cattura questi precisi istanti, le sensazioni generate da una simile atmosfera.

 

 

Il legno di cedro e un accordo di muschio rievocano gli intensi sentori del bosco, il pepe rosa e il cardamomo l’aria frizzante e la “croccantezza” delle foglie morte sotto i piedi. La fragranza esordisce proprio con un’ inebriante combinazione di essenze di pepe rosa, coriandolo e cardamomo. Il cuore, speziato, si avvale di note di noce moscata, semi di carota e olibano, sempre sotto forma di essenza, mentre il fondo privilegia i legni tramite un mix di Labdanum Resinoid, essenza di cedro e assoluta di balsamo di abete. Il profumo che sprigiona “Autumn Vibes” è decisamente in linea con il suo nome; d’altronde, tutte le Eau de Toilette della collezione Replica traducono olfattivamente un determinato ambiente, un lasso di tempo, una situazione. Maison Margiela, non a caso, definisce la linea una “riproduzione di profumi e momenti familiari di svariati luoghi e periodi”. Qualche esempio? Le fragranze sono state battezzate “By the Fireplace”, “Jazz Club”, “Beach Walk”, “Music Festival”, “At The Barber’s”, “Coffee Break”, per citarne solo qualcuna.

 

 

“Autumn Vibes” si concentra sull’ Autunno e su tutte le emozioni che una passeggiata nel bosco è in grado di ispirare; è un inno alla natura in divenire di questa stupefacente stagione. Potete acquistare il profumo in versione travel size da 10 ml oppure in edizione classica, sempre con vaporizzatore, da 30 o 100 ml.

 

 

 

L’ Interdit Eau de Parfum Rouge: l’iconica fragranza Givenchy si tinge di un rosso tentatore e carnale

 

Manca solo un giorno all’ Equinozio di Autunno (che quest’ anno cadrà il 22 Settembre), e il rosso sarà uno dei colori predominanti della nuova stagione: la tonalità del fuoco che arde nel focolare, del fogliame dei boschi, di certe bacche selvatiche…Nulla a che vedere, però, con il rosso squillante dell’ estate. Il rosso autunnale è profondo, intenso, “carnale”. Non è un caso che Givenchy l’ abbia scelto per caratterizzare la nuovissima edizione di L’ Interdit, battezzando la fragranza L’ Interdit Eau de Parfum Rouge. La trasgressione, supremo emblema del profumo, si spinge oltre ed oltrepassa il senso del proibito senza remore, senza guardarsi indietro. Non ci sono limiti, la passione alimenta le fiamme dell’ infatuazione. E’ un fuoco nato dalla scintilla dell’ istinto, di un desiderio irresistibile, arroventato al punto tale da incenerire qualsiasi  incertezza, qualsiasi traccia di inibizione. Un’ attrazione incandescente, che non lascia scampo: fa vibrare e dona brividi a fior di pelle.

 

 

Perchè vive di pure emozioni…di sensualità, di voluttuosità inebriante. Abbandonarsi a questo stato di grazia è l’unica via da seguire, la via dell’estasi. Che sfocia in sensazioni talmente potenti da sconfinare nell’ ossessione. L’ Interdit Eau de Parfum Rouge racchiude il mood appena descritto nel suo imprinting olfattivo: creato dai nasi Dominique Ropion, Fanny Bal e Anne Flipo, conquista a partire dal flacone tinto di un rosso tentatore. La fragranza esordisce con la passionalità sanguigna dell’ Arancia Sanguinello unita al provocante Zenzero per poi espandersi in accordi, sfarzosi e sulfurei al tempo stesso, di Gelsomino, Tuberosa e foglie di Pimento. Il Fiore d’Arancio apporta un tocco di luminosità, il Legno di Sandalo di esotismo soave. Sentori di seduttività floreal-speziata, intriganti e ardenti, sono una continua sfida al proibito: una scia olfattiva impregnata di un magnetismo a cui è impossibile resistere.

L’ Interdit Eau de Parfum Rouge è disponibile nei formati da 35, 50 e 80 ml

 

 

L’ attrice statunitense Rooney Mara, affascinante volto di L’ Interdit

 

 

 

 

Dylan Turquoise: l’ essenza dell’ estate firmata Versace

 

L’ “azzurrità” della settimana post-ferragostiana di VALIUM continua…e assume una nuance di turchese vibrante e cristallina. E’ il colore di Dylan Turquoise, la nuova fragranza firmata Versace, perfettamente in linea con una collezione PE 2021 tutta all’ insegna degli abissi marini. Il flacone del profumo ricorda un’ anfora greca, con tanto di Medusa in 3D applicata lateralmente. Il tappo è dorato come la parte superiore della boccetta, ornata dal logo “Versace” in caratteri decorativi. La linea tondeggiante del contenitore della fragranza si coniuga idealmente con il turchese di cui si tinge: quest’ anfora è stata rinvenuta, forse, nelle profondità del mare…Non è un caso che l’aroma di Dylan Turquoise sia frizzante e fresco, ma intriso di sensualità pura: un trademark indiscusso di Versace. Creato dal Naso Sophie Labbé, il profumo è un’ irresistibile combinazione di sentori agrumati, muschiati e floreali. Le note di testa travolgono con un accordo di essenza di mandarino, di limone primofiore e pepe rosa; il cuore amalgama un’ inebriante assoluta di germogli di ribes nero, petali di gelsomino, fresia e guava, mentre il fondo sprigiona intensità grazie a un mix vibrante di Crearwood, legni e muschi.

 

 

La fragranza è evocativa a 360 gradi: rimanda a scenari di cielo e mare, spiagge bianche, isole lontane, sole sulla pelle e brezza che accarezza il corpo e l’anima. L’ aroma di Dylan Turquoise, infatti, racchiude l’ essenza dell’ estate stessa. A esprimere queste atmosfere sono un corto e una advertising campaign, scattata da Harley Weir, che ne captano mirabilmente il mood. La location è l’ isola privata di Cavallo, situata tra la Sardegna e la Corsica, dove un gruppo di ragazzi e ragazze viene immortalato in riva al mare. I colori sono splendidi, di volta in volta saturi o scintillanti quanto basta per esaltare un twist intriso di lusso e di magia in parti uguali. Le acque cristalline, l’azzurro del cielo e del mare, le rocce che circondano la piccola baia, vengono inondati da una luminosità senza pari. Il sole è ancora alto, dai suoi raggi scaturiscono miriadi di riflessi e di giochi di luce. Fanno da protagoniste due testimonial d’ eccezione: Bella Hadid e Hailey Bieber, entrambe più seducenti che mai. Dylan Turquoise, anche visivamente, si incastra in questa ambientazione alla perfezione. L’oro e il turchese del suo flacone si fondono con le cromie dell’ isola durante la “golden hour”, aggiungendo suggestività a un mix sensorial-olfattivo che trabocca di emozioni.

Dylan Turquoise è disponibile in versione Eau de Toilette nei formati da 30, 50 e 100 ml.

 

 

Hailey Bieber e Bella Hadid negli scatti di Harley Weir per la ad del profumo

 

 

Hello, Gorgeous! Direttamente da Manhattan, arriva la nuova fragranza di Michael Kors

 

Una giovane donna attraversa la strada nel cuore di Manhattan: è bellissima, sicura di sé e sorridente, non provocherebbe stupore se fermasse il traffico. Sfoggia una lunga chioma ondulata, un suit pantalone di stampo anni ’70, una borsa a spalla e un paio di stivali con tacco alto e massiccio. La ragazza in questione (ritratta da Inez & Vinoodh) è Sara Sampaio, portoghese, acclamatissima modella e attrice, che Michael Kors ha fortemente voluto come volto di Gorgeous!, la sua nuova fragranza. Scritto proprio così, con il punto esclamativo: “gorgeous” è un aggettivo che gli anglosassoni utilizzano per esprimere apprezzamento, l’ entusiasmo ispirato dal bello, sia esso associato a una cosa, a una persona o a un’ atmosfera. “Hello, gorgeous!” è il saluto che la donna Michael Kors rivolge al mondo, ma anche quello che riceve. Perchè sprigiona femminilità, ottimismo e disinvoltura, un mix che si identifica con un fascino travolgente. Inez & Vinoodh, nella campagna pubblicitaria del profumo, catturano questo mood in scatti spumeggianti, immortalando al tempo stesso la gioia di vivere della testimonial e il vibrante fermento che anima New York, la metropoli che Kors più ama al mondo.

 

 

La fragranza con cui lo stilista omaggia la sua figura femminile di riferimento è un jus sensuale, radioso e inebriante: i nasi Nicolas Beaulieu, Sophie Labbe e Laurent Le Guernec l’ hanno ottenuto tramite un connubio di note legnose e floreali. Gorgeous! esordisce con gli accordi di un bouquet fiorito e vanta un cuore aromatico, molto intenso, di tabacco. Il fondo legnoso, misto a sentori cuoiati, esalta la potenza seduttiva del profumo.

 

 

Il flacone rispecchia lo spirito della donna che indossa l’ eau de parfum. E’ agile, essenziale, dalle forme nette, ma viene addolcito da un rosa tenue di cui si tinge anche il pack. La scritta “a mano” del nome Gorgeous! caratterizza ulteriormente la fragranza, contrapponendo sensazioni di giocosità e spensieratezza alla linearità della boccetta.

 

 

Gorgeous! è disponibile in versione Eau de Parfum nei formati da 30, 50 e 100 ml.